Mutuo casa: tutto quello che devi sapere

Gli italiani sono un popolo che investe molto nel mattone, anche rispetto ad altri paesi europei che hanno un PIL pro capite a parità di potere d’acquisto più elevato, come ad esempio la Germania, la Francia e la Svizzera. Infatti, se confrontiamo la percentuale di proprietari risulta che in Italia la percentuale è del 73%, in Francia è del 65%, in Germania del 52% e in Svizzera è del 44%.  Questi dati fanno vedere una realtà già conosciuta, ossia che l’acquisto della casa, prima o seconda che sia, viene tuttora considerato come uno degli investimenti preferiti dagli italiani. La stragrande… CONTINUA A LEGGERE

Tutto quello che devi sapere prima di richiedere un prestito

Il numero delle persone che ha bisogno di un prestito aumenta ogni anno in Italia. Le richieste vanno dai prestiti per la casa e per l’acquisto di un’automobile, fino ad arrivare al prestito liquidità per arrivare a fine mese. Allo stesso tempo sta aumentando anche il numero delle richieste di prestito rifiutate da parte degli istituti di credito. Infatti, sta diventando sempre più difficile ottenere un prestito perché non si hanno i requisiti richiesti per la concessione del prestito oppure perché le banche stanno preferendo di investire altrove la liquidita e non concedere prestiti. In alcuni casi non si riesce… CONTINUA A LEGGERE

Meglio il TAN o il TAEG per confrontare i prestiti?

Prima o poi tutti hanno bisogno di richiedere un prestito per coprire determinate spese previste e non previste. I prestiti, però, non sono tutti uguali in termini di costo. Alcuni possono costare di più, altri di meno ed è per questo che diventa fondamentale analizzare tutti i costi associati e scegliere quello che a parità di altre caratteristiche ha costi minori. Due indicatori importanti e utili per calcolare il costo di un prestito e quindi valutarne la reale convenienza sono il TAN e il TAEG. Grazie a questi due indicatori si può capire da subito quali sono le spese che… CONTINUA A LEGGERE

Come valutare le offerte di Credito al consumo

Il credito al consumo assume una quota rilevante nel mercato del credito. Come è già noto, il credito al consumo permette al consumatore di acquistare un bene o un servizio senza avere la disponibilità immediata dell’intera cifra. Consente così di soddisfare il bisogno nel momento in cui si presenta e nel contempo incentiva acquisti altrimenti insostenibili. Questa forma di finanziamento non deve diventare uno strumento impiegato costantemente per colmare la mancanza di un adeguato reddito, perché alla fine diventerà insostenibile il rimborso del credito. Gli istituti di credito cercano di attirare nuovi clienti attraverso gli annunci pubblicitari. Nonostante questi annunci… CONTINUA A LEGGERE

Mutui: la differenza tra TAN e TAEG

Uno dei tanti prodotti finanziari venduti dalle banche alla clientela privata e che fornisce una quota rilevante nei profitti di tali istituti è il mutuo immobiliare o mutuo ipotecario. Il mutuo è un finanziamento concesso dagli istituti di credito per l’acquisto di immobili. Alla somma di denaro prestato, l’istituto di credito applica un tasso di interesse nominale, che non è l’unico costo per il cliente. Per capire come viene costruito il tasso di interesse applicato al mutuo è importante capire prima cos’è il TAN, come viene calcolato e di conseguenza anche cosa lo influenza. Il tasso di interesse nominale Il… CONTINUA A LEGGERE