Covered warrants: caratteristiche e categorie

Il covered warrant fa parte della categoria dei derivati cartolarizzati. Si tratta di uno strumento finanziario emesso da un intermediario finanziario e che conferisce all’acquirente il diritto di acquistare (call) o di vendere (put) un’attività sottostante ad un prezzo di esercizio predefinito, in inglese strike price, entro una certa scadenza o a una data prestabilita. I covered warrants possono essere utilizzate per finalità speculative, di copertura e di arbitraggio. Nel caso in cui vengono utilizzati per finalità prevalentemente speculative, l’obiettivo è quello di cercare di realizzare guadagni sfruttando i movimenti di breve periodo del sottostante. Ad esempio un trader può… CONTINUA A LEGGERE

Opzioni e Swaps: caratteristiche e categorie

Le opzioni e gli swaps fanno parte della categoria degli strumenti derivati, i quali possono essere utilizzati per fare hedging e quindi ridurre il rischio di un investimento. Spesso, però, tali strumenti vengono utilizzati a fini speculativi e si cerca di guadagnare, investendo una piccola somma di denaro e sfruttando l’effetto leva. Ciò comporta l’assunzione di un rischio maggiore rispetto al rischio che si assume quando si scelgono investimenti tradizionali come ad esempio le azioni e le obbligazioni. L’altra parte della medaglia è che assumere un rischio maggiore, può portare l’investitore a realizzare guadagni maggiori rispetto all’investimento in azioni oppure… CONTINUA A LEGGERE

Guadagnare in Borsa anche quando i mercati o i titoli scendono

In borsa si guadagna tanto, ma si perde anche tanto soprattutto, quando non si sa cosa si sta facendo. Ci possono essere anche periodi in cui si continua a perdere nonostante si è analizzato lo strumento finanziario, oggetto di investimento, e i fattori che possono influenzare il suo andamento futuro. In questo caso, le motivazioni possono essere diverse, ad esempio non sono stati analizzati tutti i fattori rilevanti che influenzano il titolo oppure si può essere in presenza di situazioni di insider trading o aggiotaggio e quindi il titolo va in direzione opposta rispetto alla previsione fatta. Quello che conta… CONTINUA A LEGGERE

Investire in Giappone può essere una buona opportunità

Il Giappone sta tornando come una buona opportunità di investimento negli ultimi tempi grazie non solo ad uno Yen debole, ma anche ai maggiori stimoli monetari e fiscali. In più anche gli utili delle aziende sembrano solidi. Il Giappone inoltre continua a investire in ricerca e sviluppo e nelle risorse umane. Se facciamo un confronto, con un anno di dati offerti da Yahoo Finance, dell’andamento del indice Nikkei225 con il cambio USD/YEN, abbiamo che in un anno il Usd si è apprezzato in confronto al Yen di quasi 18 %, invece il Nikkei225 è cresciuto di quasi 38 %. Da… CONTINUA A LEGGERE

Come investire in Cina con gli ETF

Cina, ufficialmente la Repubblica Popolare Cinese, è uno stato situato nell’Asia orientale ed è il più popolato del mondo, con una popolazione di oltre 1,385 miliardi di persone. Dal punto di vista economico, Cina è uno dei paese con i più elevati tassi di crescita e con offre gradi opportunità di investimento per chiunque. Spesso, pero’, è difficile entrare nel mercato cinese ed investire nell’economia reale a meno che non si hanno ingenti somme di denaro da investire, ma le difficoltà per poter investire in Cina non finiscono qui. Il piccolo risparmiatore italiano, ad esempio, non può acquistare direttamente azioni… CONTINUA A LEGGERE