Il numero delle persone che viaggiano per lavoro o per svago è aumentato moltissimo negli ultimi anni. Quando si viaggia si possono verificare incidenti ed inconvenienti che possono essere costosi, anche in termini monetari come ad esempio il furto o lo smarrimento del bagaglio, le malattie, gli infortuni, l’annullamento del viaggio per cause di forza maggiore e molti altri.

Per far fronte a queste situazioni spiacevoli, la cosa migliore sarebbe quella di stipulare una polizza viaggi prima della partenza. Le polizze viaggio sono utili per proteggere chi viaggia da un gran numero di incidenti ed inconvenienti che potrebbero verificarsi durante i soggiorni di lavoro o svago.

Non tutte le assicurazioni viaggio sono uguali. Il prezzo di una polizza viaggi, spesso, varia sensibilmente da una compagnia assicurativa all’altra, ma il premio da pagare non deve essere considerato il fattore determinante. Infatti, sono diversi fattori che devono essere presi in considerazione prima di stipulare una polizza assicurativa come ad esempio i rischi coperti, i servizi offerti, i massimali, le franchigie, le clausole di esclusione e rivalsa e molto altro. Per questo motivo è fondamentale leggere con attenzione il contratto prima di firmare e capire bene se quello che si sta acquistando e il prodotto alle proprie esigenze.

Leggi anche: Confronta Gratis le Polizze Assicurative

Quali costi può coprire l’assicurazione viaggi

L’assicurazione viaggi può coprire diversi tipologie di rischi che si possono verificare durante i viaggi per lavoro o per svago. Alcuni dei costi più importanti che si possono coprire con una polizza viaggi sono:

  • Le spese mediche. Grazie all’assicurazione viaggio si possono coprire le spese mediche, farmaceutiche, ospedaliere e chirurgiche sostenute durante il viaggio.
  • Le spese per la perdita del bagaglio. Grazie all’assicurazione viaggio si può avere il rimborso in caso di furto o smarrimento del bagaglio e un contributo per gli acquisti di prima necessità.
  • Le spese dell’annullamento viaggio. Nel caso in cui sia costretto a rinunciare al viaggio o interromperlo per cause di forza maggiore, come malattia, infortunio o altro, grazie alla polizza viaggio si può avere copertura.
  • Le spese causate da forza maggiore. La polizza viaggio può includere l’assistenza, in Italia o all’estero, in caso di rientro anticipato o prolungamento viaggio per cause di forza maggiore.
  • Le spese per danni provocati a terzi o a cose. Nel caso in cui si provocano danni a terzi o a cose nel corso della vacanza, grazie alla polizza viaggio sulla responsabilità civile si può avere copertura.

Leggi anche: Consigli per risparmiare sull’assicurazione auto

Dove comprare l’assicurazione viaggi

Chi intende comprare una polizza assicurativa per coprirsi dagli incidenti ed inconvenienti che si possono verificare quando si viaggia per lavoro o per svago ha la possibilità di scegliere fra diversi canali di vendita. Può stipulare la polizza nel momento in cui si acquista il viaggio, in agenzia o tramite internet, con una compagnia assicurativa convenzionata con il rivenditore oppure può acquistarla separatamente prima della partenza.

La cosa migliore sarebbe quella di richiedere un preventivo fra diverse compagnie assicurative e scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Oggi ci sono diversi siti che permettono di confrontare i preventivi delle diverse compagnie assicurative in pochi minuti. Basta specificare la destinazione, la durata del viaggio, il tipo di copertura richiesto, il numero e l’età dei viaggiatori e alcuni altri dati e si possono avere diversi preventivi.

Una volta trovata la polizza viaggio più adatta alle proprie esigenze, letto attentamente il contratto, si può procedere con l’acquisto, direttamente via web, indicando i propri dati anagrafici e pagando con carta di credito. La documentazione relativa all’assicurazione viaggio, di solito, viene immediatamente inviata al cliente. Tale documentazione dovrà essere conservata per tutta la durata del viaggio.

Leggi anche: Come pagare 20% in meno per Comprare Casa ed Ottenere un Mutuo

Cosa fare in caso di sinistro durante il viaggio

La situazione ideale sarebbe quella in cui durante il viaggio non si verificano incidenti ed inconvenienti, ma purtroppo non è sempre così, e nel caso in cui si verificano è necessario seguire alcune semplici regole.

Se si verificano sinistri o inconvenienti coperti dall’assicurazione viaggio, si dovrà mettersi subito in contatto con la compagnia assicurativa per attivare le procedure di assistenza o di denuncia sinistro. La documentazione relativa al sinistro dovrà essere inviata alla società assicurativa tramite raccomandata A/R, entro 30 giorni da quando è avvenuto il fatto o entro 7 giorni dal rientro in Italia. Per ottenere il rimborso è indispensabile indicare nella documentazione da inviare alla compagnia i propri dati e riferimenti, il numero di certificato assicurativo, il tipo di assicurazione viaggio stipulata e la tipologia di rimborso desiderata.

In alcuni casi, la compagnia assicurativa può richiedere anche altri documenti ed informazioni prima di pagare, quindi sarà necessario offrire quanto richiesto per avere il rimborso.

Leggi anche: Con un prestito vacanze e un’assicurazione viaggi tutti possono partire