Quanto incidono le imposte e i contributi sociali in busta paga

Ogni persona che lavora in regola non incassa il reddito lordo, perché una parte rilevante del proprio reddito va a pagare le imposte e i contributi sociali.

La somma di tutte le imposte dirette, indirette o sotto forma di contributi previdenziali che pesano sul costo del lavoro, sia per quanto riguarda i datori di lavoro, sia per quanto riguarda i dipendenti e i liberi professionisti prende il nome di cuneo fiscale. Se vogliamo semplificare nel definire il cuneo fiscale, possiamo considerarlo come la differenza tra quanto un dipendente costa all’azienda e quanto lo stesso dipendente incassa, netto, in busta paga.

Lo stato dovrebbe utilizzare questi soldi per pagare le pensioni, l’assistenza sanitaria, ma anche per offrire altri beni e servizi utili, anche se in alcuni casi questo non avviene oppure avviene in modo irrisorio.

Il cuneo fiscale nei paesi OCSE

Il peso delle imposte e dei contributi sociali sul reddito varia nel tempo e varia anche da paese a paese, ma non solo. Il cuneo fiscale può variare anche in base alla composizione della famiglia. Ad esempio il peso del cuneo fiscale è maggiore nel caso di un single rispetto ad una famiglia monoreddito con due figli.

Se facciamo riferimento ai paesi OCSE, Belgio risulta essere il paese con il cuneo fiscale più elevato per i single. Il 40,5% del reddito di un single belga va in imposte e contributi sociali. Anche in Germania il peso è simile con il Belgio. Un single tedesco paga il 39,9% del reddito lordo. Invece, al terzo posto della classica per il cuneo fiscale più alto per i single troviamo la Danimarca con 35,8%.

Se, invece, prendiamo in considerazione una famiglia monoreddito con 2 figli, il paese con il cuneo fiscale più elevato risulta essere la Turchia con 25,9%, seguito dalla Danimarca con 25,3% e dalla Finlandia con 24,7%. Rispetto al cuneo fiscale dei single, nel caso della famiglia monoreddito con due figli, la Germania occupa il settimo posto con 21,7%, invece il Belgio l’ottavo posto con 20,7%

Italia si trova al settimo posto nella classifica sul cuneo fiscale più alto per i single dei paesi OCSE. Il 31,2% del reddito di un single va a pagare le imposte e i contributi sociali. Nel caso, invece, di una famiglia monoreddito con 2 figli, l’Italia occupa il non posto con un cuneo fiscale del 19,3%.

Rank Paese Famiglia monoreddito con 2 figli Single
1 Belgio 20,7% 40,5%
2 Germania 21,7% 39,9%
3 Danimarca 25,3% 35,8%
4 Slovenia 12,3% 33,7%
5 Ungheria 14,5% 33,5%
6 Austria 19,1% 32,4%
7 Italia 19,3% 31,2%
8 Paesi Bassi 24,6% 30,4%
9 Finlandia 24,7% 30,2%
10 Lettonia 16,8% 29,4%
11 Francia 18,2% 29,2%
12 Lussemburgo 5,0% 29,1%
13 Islanda 18,6% 28,7%
14 Turchia 25,9% 27,9%
15 Norvegia 22,5% 27,6%
16 Portogallo 11,9% 27,5%
17 Grecia 23,7% 26,0%
18 USA 14,2% 26,0%
19 Media OCSE 14,0% 25,5%
20 Polonia -4,8% 25,1%
21 Svezia 18,8% 25,0%
22 Australia 16,1% 24,4%
23 Repubblica Ceca 0,7% 24,1%
24 Slovacchia 7,8% 23,5%
25 UK 18,1% 23,4%
26 Canada 1,2% 22,8%
27 Giappone 16,3% 22,3%
28 Spagna 13,9% 21,1%
29 Irlanda 1,2% 19,4%
30 Estonia 4,8% 18,4%
31 Nuova Zelanda 6,4% 18,1%
32 Israele 15,0% 17,7%
33 Svizzera 3,5% 16,9%
34 Corea del Sud 12,2% 14,5%
35 Messico 11,2% 11,2%
36 Cile 7,0% 7,0%

Il paese con il cuneo fiscale più basso per i single risulta essere Cile con 7%. Se, invece, prendiamo in considerazione una famiglia monoreddito con due figli, il paese con il cuneo fiscale più basso risulta essere Polonia.

Leggi anche: Un’altra banca sta per fallire. E tu sei a rischio di sopravvivenza?

Aggiungi ai preferiti : Permalink.