Finanza comportamentale: gli errori nelle scelte di investimento

Definiamo la finanza comportamentale, o behavioral finance, come quella branca degli studi economici che indaga i comportamenti dei mercati finanziari includendo nei propri modelli i principi di psicologia, sociologia e finanza, nonostante il cuore della materia rimane comunque la finanza. La finanza comportamentale mira a migliorare la comprensione dei mercati finanziari e dell’agire dei suoi operatori applicando elementi appartenenti alle scienze comportamentali come psicologia e sociologia. Gli errori nelle scelte di investimento La finanza comportamentale è in contrasto con quanto proposto dalla teoria classica della finanza che spiega i comportamenti degli operatori economici, assumendo che essi siano razionali e si… CONTINUA A LEGGERE

Come calcolare il rendimento delle obbligazioni

Le obbligazioni o bonds sono un asset class meno rischiosa rispetto alle azioni, ma non sono senza rischio. Infatti, anche nell’investimento obbligazionario si può perdere l’intero capitale investito, ad esempio quando l’azienda fallisce. Quando si investe in obbligazioni si dà in prestito del denaro ad un’azienda, ad uno stato, oppure ad un altro ente pubblico, il quale paga un interesse sulla somma ricevuta in prestito e restituisce alla scadenza il capitale iniziale prestato, tranne che nel caso delle obbligazioni perpetue dove la restituzione non avviene. Rispetto all’investimento in azioni in cui si diventa proprietari di quell’azienda, nel caso dell’investimento in… CONTINUA A LEGGERE

Investire in risorse umane per essere competitivi

Il successo di un’azienda deriva dalla sua capacità di valorizzare al meglio le proprie risorse che possono essere fisiche, organizzative, cognitive e umane. Le risorse più importanti nel processo di creazione del valore per un’azienda sono le risorse umane, ossia l’insieme delle persone che prestano la propria attività lavorativa in un ente privato oppure pubblico. L’attività lavorativa prestata è in funzione non solo della professionalità e delle competenze che ciascun lavoratore possiede, ma è in funzione anche dell’investimento che ciascuna azienda oppure ente pubblico effettua sul lavoratore per far crescere professionalmente tale risorsa. La conoscenza come fonte di vantaggio competitivo… CONTINUA A LEGGERE

Green Marketing

Il mondo sta cambiano velocemente. Molte strategie di marketing che potevano essere utilizzate fino a qualche anno fa con risultati soddisfacenti, oggi non porterebbero a nulla. Le persone sono cambiate e le aziende stanno prendendo atto di questo. Il consumatore è diventato più suscettibile su temi come l’ambiente. È proprio sulla necessità avvertita dal consumatore di contribuire alla salvaguardia ambientale che si fonda il green marketing. Con il termine di green marketing si intende l’insieme delle strategie volte a sviluppare, promuovere e soprattutto valorizzare prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale, ossia sostenibili. Il concetto di green marketing non è… CONTINUA A LEGGERE

VIX, l’indice della paura negli ultimi 10 anni

Fare trading online significa svolgere un’attività molto complessa, il cui risultato finale dipende da tantissimi fattori. Per tale motivo, diventa necessario tenere conto dell’andamento di tanti indicatori nelle proprie scelte di investimento. Uno degli indicatori più importanti di cui si deve tener conto per fare previsioni sulle aspettative future degli altri trader è il CBOE Volatility Index (VIX), conosciuto anche con il nome di Indice della Paura. L’indice VIX stima la volatilità implicita di un’opzione sintetica che scade dopo trenta giorni ed emessa sull’indice azionario S&P 500 e viene calcolato e diffuso in tempo reale dal CBOE. Tale indice ha… CONTINUA A LEGGERE