La Germania è una delle nazioni economicamente più sviluppate del mondo ed ha la più grande economia nazionale in tutta l’Europa. Questo fa sì che, ogni anno, molte persone si trasferiscono in Germania per trovare lavoro.

La maggior parte delle persone che prende la decisione di trasferirsi altrove, fa un grande errore di valutazione, ossia non valuta il costo della vita, ma valuta solo il salario che si andrà a percepire. Prima di trasferirsi in un altro paese o in un’altra città, oltre al salario, è fondamentale valutare anche il costo della vita.

Il costo della vita è un fattore molto importante che si deve tenere in considerazione durante l’analisi se conviene oppure no trasferirsi in un altro paese o in un’altra città. Nell’analisi del costo della vita si deve tenere conto di molti fattori come le spese per mangiare, le spese per vestirsi, le spese per istruirsi, l’affitto, le bollette, il costo dei trasporti, il costo dei ristoranti e dei bar e il costo di altri beni e servizi necessari per avere una vita normale.

In questo lavoro andremo ad analizzare il costo della vita di alcune delle città tedesche più importanti, per capire così anche dove è più conveniente trasferirsi e dove non vale la pena.

La classifica delle città tedesche sul Costo della vita nel 2018

Secondo la classifica delle città tedesche sul costo della vita nel 2018, senza considerare le spese per l’affitto, la citta con il costo della vita più alto risulta essere Monaco, seguita da Amburgo e Düsseldorf. Al quarto posto si trova Francoforte, invece la capitale della Germania, Berlino, si trova al settimo posto. La città con il costo della vita più basso in Germania risulta essere Hannover, anche se la differenza con il penultimo posto, Dresda, risulta essere irrisorio.

Se, invece, oltre al costo della vita, nella classifica prendiamo in considerazione anche le spese dell’affitto, la situazione cambia per alcune città tedesche. La città più cara rimane Monaco, seguita da Amburgo. Il terzo posto, invece, viene occupato questa volta da Francoforte. Berlino si riconferma al settimo posto. La città meno costosa in Germania, prendendo in considerazione anche le spese dell’affitto, risulta essere Lipsia, anche se la differenza con il penultimo posto, Dresda, risulta essere irrisorio.

I dati e gli indici utilizzati nella Classifica sul Costo della vita

I dati utilizzati per realizzare la classifica tedesche sul costo della vita sono relativi al mese di maggio 2018 e sono stati forniti da Numbeo. L’Indice del Costo della vita è stato costruito dalla ponderazione di diversi indici, i quali sono stati costruiti in modo tale da consentire una comparazione con il valore che assumerebbe a New York. Ad esempio se l’Indice dell’Affitto per una citta assume un valore di 90, allora significa che l’affitto in quella città è 10% meno costoso rispetto all’affitto a New York.

L’Indice del Costo della vita non tiene conto dell’affitto, ma tiene conto della spesa per mangiare, le spese per le bollette, le spese di trasporto e le spese per il ristorante. Invece, l’Indice del Costo della vita incluso l’affitto, oltre alle suddette spese include anche le spese per l’affitto.

Gli indici utilizzati per la costruzione dell’Indice del Costo della vita sono:

  • L’Indice degli Affitti. Compara l’affitto dell’appartamento in un paese con l’affitto di un appartamento simile a New York.
  • L’Indice del Costo dei ristoranti. Compara il prezzo dei cibi e delle bevande nei ristoranti e nei bar di un paese rispetto al prezzo a New York di ristoranti e bar simili.
  • L’Indice della Spesa per mangiare. Compara la spesa per mangiare che si deve sostenere quando si abita in un paese rispetto alla stesa spesa se si abita a New York.
  • L’Indice Local Purchasing Power. Confronta l’ammontare di beni e servizi che si possono acquistare con un salario medio in un paese rispetto a New York.

Nella classifica delle città tedesche sul costo della vita mancano alcune città in quanto non ci sono informazioni disponibili.

Leggi anche: La guida definitiva alle Carte di credito