La guida di Analisi tecnica per principianti

Sono tantissimi trader che preferiscono basare le loro scelte di investimento sull’analisi tecnica e non sull’analisi fondamentale. Altri, invece, preferiscono combinare ed utilizzare entrambe queste analisi.

A differenza dell’analisi fondamentale, l’analisi tecnica non si basa sui fondamentali dell’azienda e quindi neanche sulle cause che hanno portato il titolo ad avere quella quotazione, ma si basa esclusivamente sull’analisi dell’andamento delle serie storiche e dei volumi scambiati.

L’analisi tecnica viene effettuato utilizzando diversi indicatori e strumenti necessari che permettono di trovare il momento giusto per acquistare o vendere un determinato strumento finanziario. Per utilizzare l’analisi tecnica per fare trading online è necessario utilizzare delle piattaforme di trading specializzate, altrimenti diventa difficile fare l’analisi.

Adesso facciamo una presentazione degli strumenti di analisi tecnica, maggiormente utilizzati, dagli analisti tecnici.

I grafici a candele

Gli analisti tecnici utilizzano i grafici a candele, poiché danno anche maggiori informazioni. Le candele sono verdi quando il prezzo di apertura e maggiore di quello di chiusura, rossi quando il prezzo di apertura è minore di quello di chiusura. L’intervallo di tempo dei grafici dipende anche dal stile di trading che ciascuno e quindi per quanto tempo il trader ha intenzione di tenere il titolo in portafoglio.

L’intervallo di tempo dei grafici dipende anche dal stile di trading che ciascuno e quindi per quanto tempo il trader ha intenzione di tenere il titolo in portafoglio.

Gli indicatori e gli oscillatori

Gli indicatori vengono utilizzati quando c’ è un trend in atto e sono rappresentati dalle medie mobili, le quali servono ad identificare il trend di un titolo, confermandoci la decisione di ingresso e confermandoci anche che stiamo nel lato corretto del mercato. Esempi di medie mobili sono: la media mobile semplice, la media mobile ponderata, la media mobile esponenziale, MACD ecc.

Invece, gli oscillatori di solito vengono usati quando non c’è un trend ben definito, ma c’è un movimento laterale del prezzo del titolo oggetto di analisi. I più conosciuti oscillatori sono RSI e Stocastico.

Il volume

Se vogliamo essere certi che un movimento del prezzo sia rilevante è necessario che anche i volumi lo confermino e quindi siano elevati. Ad esempio se il prezzo di un titolo aumento, i volumi devono essere elevati per poter confermare il trend rialzista. Anche quando il prezzo del titolo scende, i volumi devono essere elevati per confermare il trend ribassista.

Le resistenze e i supporti

La resistenza è quel livello di prezzo dove la crescita degli stessi si blocca. Invece, il supporto è quel livello di prezzo in corrispondenza del quale vi è, di solito, un arresto dell’andamento al ribasso dei prezzi. Nel tempo un supporto può diventare una resistenza e viceversa, una resistenza può diventare un supporto. Entrambe hanno un ruolo importante nell’analisi, soprattutto dopo avere individuato il trend del titolo, perché il superamento del prezzo del titolo di supporti e resistenze ci da informazioni se acquistare o vendere.

Le candelstick patern

Per quanto riguarda le candelstick patern, alcuni esempi sono le Bulls in control, Bears in controll, Doji, Hammer and Hanging Man, ecc. Esse vengono utilizzate per avere informazioni sull’atteggiamento psicologico dei partecipanti al mercato.

Un esempio di analisi tecnica semplificata

Nel grafico sottostante potete vedere una analisi molto semplificata di analisi tecnica con dati giornalieri, dove sono state usate diverse medie mobili, RSI, le resistenze e i supporti.

Sul web potete trovare molte piattaforme di trading che permettono di imparare ad usare l’analisi tecnica con soldi virtuale e fare quindi tutte le simulazioni che volete, senza spendere e rischiare nulla.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi

Commenti chiusi