La classifica dei paesi dell’Eurozona sulla qualità della vita

La qualità della vita non può essere misurata solamente con la durata della vita in termini temporali e neanche con il Pil pro capite come alcuni potrebbero pensare. Diversi studi empirici hanno mostrato che essa non aumenta necessariamente con l’aumento della durata della vita o con l’aumento del PIL pro capite. La qualità della vita è multidimensionale e dipende da diversi fattori che possono essere di natura economica, sociale, climatica e molti altri ancora. Per tale motivo, essa può essere misurata solamente con un indice che tiene conto di questi fattori.

Negli ultimi anni sono molte le persone che si sono trasferiti in altri paesi e di più coloro che stanno pensando di farlo. Prima di trasferirsi in un altro paese dell’Eurozona per motivi di lavoro, per motivi di studio oppure per viverci da pensionato è importante considerare durante il processo decisionale diversi fattori oggettivi e soggettivi. La qualità della vita è una di quei fattori che non può essere sottovalutato prima di andare a viverci in un altro paese dell’Area Euro. In questo lavoro, classificheremo i paesi dell’Eurozona sulla base della qualità della vita.

Al primo posto della classifica dei paesi dell’Area Euro sulla qualità della vita, si trova la Finlandia, seguita dall’Austria e dai Paesi Bassi. Germania occupa il quarto posto, seguito dall’Estonia e dalla Spagna. Slovenia si trova al settimo posto del rank, seguita dal Portogallo. Nel dodicesimo posto del rank si trova Francia, che viene superata anche dall’Irlanda, dal Lituania e dal Belgio.

L’Italia, invece, si trova addirittura nel penultimo posto della classifica dei paesi dell’Eurozona sulla qualità della vita, superata anche dalla Polonia, Lettonia e Slovacchia. Italia fa meglio solo dalla Grecia che occupa l’ultimo posto.

Nell’analisi dei paesi dell’Eurozona, sono stati presi in considerazione tutti i paesi, tranne Cipro e Malta, perché per tali paesi non ci sono dati sufficienti.

I dati e gli indici utilizzati nell’analisi della qualità della vita

L’indice della qualità della vita è una stima della qualità complessiva della vita. Viene calcolato con una formula empirica ed è il risultato della ponderazione di diversi indici economici e sociali. Gli indici usati sono per la costruzione dell’Indice della qualità della vita sono l’indice del potere di acquisto, l’indice dell’inquinamento, l’indice price to income, l’indice del costo della vita, l’indice della criminalità, l’indice della salute, l’indice del traffico e l’indice climatico. Più alto è il valore dell’indice, migliore è la qualità della vita.

I dati utilizzati in questo lavoro sono stati forniti da Numbeo e sono relative al primo semestre del 2019.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi