I migliori e peggiori paesi dove vivere nel 2020

La qualità della vita nel 2020 è peggiorata in tutti i paesi del mondo e probabilmente questo sarà un anno molto difficile per tutto il mondo. Per fronteggiare i problemi è necessario dare una risposta concordata e decisa sia ai problemi globali, che a quelli locali. Questo lavoro, però, non si concentrerà sui problemi che tutti i paesi del mondo stanno affrontando ora e nemmeno sulle soluzioni necessarie, ma si concentrerà sulla classificazione dei paesi nel mondo sulla qualità della vita.

Alcuni possono pensare che la qualità della vita può essere misurata solamente con la durata della vita in termini temporali oppure con il Pil pro capite, però questo non è vero. Diversi studi empirici hanno mostrato che essa non aumenta necessariamente con l’aumento della durata della vita o con l’aumento del PIL pro capite. La qualità della vita è multidimensionale e dipende da diversi fattori che possono essere di natura economica, sociale, climatica e molti altri ancora. Per tale motivo, essa può essere misurata solamente con un indice che tiene conto di questi fattori. Dopo questa breve spiegazione, vediamo adesso la classifica dei migliori e peggiori paesi nel mondo dove vivere nel 2020.

Il miglior paese nel mondo dove vivere nel 2020 è la Danimarca, seguita da Svizzera, Finlandia, Australia e Olanda. L’Italia fa peggio della maggior parte dei paesi europei, occupando il 37-essimo posto della classifica mondiale. Infine, il peggior paese nel mondo dove vivere nel 2020 risulta essere la Nigeria, seguita da Bangladesh, Kenya, Iran e Sri Lanka.

RankPaeseQOL Index
1Danimarca192,7
2Svizzera192,0
3Finlandia190,2
4Australia186,2
5Olanda183,7
6Austria182,5
7Islanda181,8
8Nuova Zelanda181,0
9Germania179,8
10Estonia177,8
11Svezia176,0
12Norvegia175,2
13Slovenia172,2
14Stati Uniti172,1
15Spagna169,8
16Giappone168,0
17Oman167,1
18Canada163,5
19Portogallo162,9
20Regno Unito162,7
21Qatar162,3
22Lituania159,4
23Croazia159,0
24Emirati Arabi Uniti156,7
25Repubblica Ceca156,2
26Francia154,0
27Irlanda153,5
28Belgio153,5
29Slovacchia152,5
30Arabia Saudita150,6
31Lettonia150,0
32Israele149,9
33Cipro147,9
34Singapore144,4
35Taiwan143,2
36Polonia141,8
37Italia140,8
38Corea del Sud139,0
39Bielorussia134,8
40Grecia133,1
41Romania132,4
42Sud Africa132,0
43Bulgaria129,8
44Ungheria128,2
45tacchino127,1
46Uruguay126,0
47Ecuador125,1
48Bosnia Erzegovina121,9
49Chile119,8
50Messico118,6
51Malaysia118,4
52Serbia116,3
53Georgia116,0
54Kuwait115,8
55Argentina115,3
56Giordania112,4
57Macedonia del Nord110,5
58India108,6
59Panama108,4
60Libano106,6
61Colombia105,8
62Brasile105,7
63Marocco105,5
64Pakistan105,4
65Ucraina104,8
66Cina102,8
67Russia102,3
68Tailandia101,9
69Hong Kong99,1
70Indonesia97,5
71Kazakistan88,3
72Vietnam87,5
73Egitto86,5
74Perù85,5
75Filippine85,4
76Sri Lanka85,2
77Iran74,1
78Kenia70,6
79Bangladesh70,0
80Nigeria55,7

Nella classifica dei migliori e peggiori paesi dove vivere nel 2020, sono stati presi in considerazione tutti i paesi per i quali ci sono informazioni pubbliche sulla qualità della vita.

I dati e gli indici utilizzati nell’analisi della qualità della vita

L’indice della qualità della vita è una stima della qualità complessiva della vita. Viene calcolato con una formula empirica ed è il risultato della ponderazione di diversi indici economici e sociali. Gli indici usati sono per la costruzione dell’Indice della qualità della vita sono l’indice del potere di acquisto, l’indice dell’inquinamento, l’indice price to income, l’indice del costo della vita, l’indice della criminalità, l’indice della salute, l’indice del traffico e l’indice climatico. Più alto è il valore dell’indice, migliore è la qualità della vita. I dati utilizzati in questo lavoro sono stati forniti da Numbeo e sono relative al 2020.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.