Hedge Funds: cosa sono e come funzionano

Un hedge fund o fondo speculativo è uno strumento di investimento che fornisce differenti caratteristiche di rischio/rendimento rispetto agli investimenti tradizionali quali azioni e obbligazioni.

Essi utilizzano delle strategie di investimento definite alternative e, inoltre, non devono sottostare a particolari limiti normativi per conseguire la loro mission.

La mission del hedge fund è quella di conservare il capitale e ottenere un rendimento assoluto sul capitale investito indipendentemente dall’andamento dei mercati ed è per questo che si cerca di mantenere una bassa correlazione con i mercati finanziari di riferimento. L’obiettivo non è, infatti, quello di battere un benchmark di riferimento.

Differenza tra hedge fund e fondo comune di investimento

Gli hedge funds hanno delle caratteristiche che li distinguono dai fondi comuni di investimento. Rispetto ai fondi comuni, gli hedge funds possono operare, senza limiti, in tutti i mercati e con tutti gli strumenti finanziari ed in particolare possono:

  • Vendere allo scoperto (short selling).
  • Operare senza nessun limite con strumenti derivati come opzioni e futures.
  • Utilizzare senza nessun limite la leva finanziaria (leverage).

Questi fattori li distinguono rispetto ai fondi comuni i quali sono più regolamentati ed hanno più limiti. Un’altra distinzione riguarda la quota di partecipazione che è più bassa nel fondo comune. In Italia, la quota di partecipazione minima per investire in un hedge fund è di 500 mila euro. Infine, il gestore del hedge funds è obbligato ad investire una quota rilevante nel fondo, rischiando anche il suo capitale, invece nel caso del fondo comune questo non avviene.

Le categorie degli hedge funds

In base all’esposizione al rischio di mercato le diverse strategie vengono suddivise in tre categorie principali, che a loro volta si suddividono in altre sottocategorie. Le principali categorie sono:

  • Relative Value o Market Neutral. La correlazione con il mercato è molto bassa o nulla.
  • Event Driven: La correlazione con il mercato è bassa.
  • Opportunistic: La correlazione con il mercato è variabile.

Invece, le sottocategorie principali delle suddette categorie sono:

  • Convertible arbitrage. I gestori giocano sullo spread tra differenti titoli di uno stesso emittente (es. l’azione ordinaria e l’obbligazione convertibile).
  • Fixed income arbitrage. I gestori giocano sullo spread tra titoli del reddito fisso simili. Spesso la leva finanziaria è molto alta perché gli spread sono molto bassi.
  • Equity market neutral. I gestori investono in titoli sia long che short, cercando in media di avere un’esposizione netta al mercato molto bassa in modo da ridurre al massimo l’esposizione al rischio del mercato.
  • Merger arbitrage. I gestori giocano sullo spread tra società coinvolte in fusioni, acquisizioni e scalate ostili.
  • Distressed securities. I gestori acquistano azioni o obbligazioni di società che sono vicine o che sono in fallimento nella convinzione che tali titoli si apprezzino, quando la compagnia uscirà positivamente dall’attuale situazione.
  • Global Macro. I gestori adottano un approccio opportunistico e top down, seguendo i principali cambiamenti nelle economie globali e sperando di ottenere profitti da cambiamenti significativi nei tassi d’interesse globali, tassi di cambio delle valute, importanti cambiamenti nelle politiche economiche delle nazioni, ecc.
  • Emerging markets. I gestori investono in titoli di società di paesi emergenti o in via di sviluppo.
  • Short selling. I gestori ricercano società sopravvalutate per vendere allo scoperto le azioni di questa società.
  • Long/short equity. I gestori acquistano titoli che ritengono destinati a salire e vendono allo scoperto i titoli che ritengono destinati a scendere mantenendo un’esposizione netta al rialzo del mercato.

Conviene investire in hedge funds oppure in azioni?

Dopo aver fatto spiegato cosa sono, come funzionano e quali strategie applicano gli hedge funds e come si differenziano dai fondi comuni di investimento, facciamo un confronto tra due portafogli di investimento, per rispondere alla domanda se conviene oppure no investire in hedge funds.

Per tale motivo sarà confrontato il rendimento che avrebbe ottenuto un investitore se avrebbe investito in un indice azionario oppure in un indice rappresentativi dell’andamento degli hedge funds dal 1997 fino ad oggi.

Per analizzare se è stato più conveniente, in termini di rendimento, investire in hedge funds oppure in un indice borsistico saranno presi in considerazione i dati di tue indici importanti come il Barclay Hedge Fund Index e Msci Wold.

Barclay Hedge Fund Index rappresenta una media aritmetica degli Hedge funds registrati nel Barclay database, tranne i Funds of Funds, invece, l’indice Msci World (Morgan Stanley Capital International) misura l’andamento del valore dei prezzi delle azioni delle principali aziende quotate. Vengono considerati solo le azioni o stocks dei paesi sviluppati.

confronto rendimento barclay hedge fund index vs msci world

Dal confronto si evidenzia come la maggior parte delle volte il rendimento di Barclay Hedge fund Index è stato maggiore del rendimento di Msci World. Non mancano i casi dove Msci World ha performato meglio.

Ai fini dell’analisi, per avere un risultato più attendibile, sarebbe statto necessario confrontare anche la volatilità di entrambi gli indici.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi

Commenti chiusi