Siamo all’estate e le ferie sono sempre più vicine. Molti sanno già dove andare in vacanza e hanno prenotato. Altri, purtroppo, nonostante hanno la voglia di partire non dispongono dei soldi necessari per andare in vacanza.

Oggi, grazie ad un prestito vacanze e un’assicurazione viaggi, tutti coloro che lavorano hanno la possibilità di viaggiare. Il prestito vacanze permette di ottenere la liquidità necessaria per effettuare una vacanza di piacere, un trasferimento legato ad un soggiorno studio, un viaggio legato ai trattamenti medici e così via. Invece, l’assicurazione viaggio è la copertura assicurativa che ti tutela dai tutti i possibili inconvenienti che possono capitare durante un viaggio. Esempi di inconvenienti possono essere lo smarrimento dei bagagli, l’annullamento del viaggio, problemi di salute e così via. Non importa se si tratta di una vacanza di piacere oppure di un viaggio di lavoro, stipulare un’assicurazione viaggio permette di partire in tutta sicurezza e senza pensieri.

Leggi anche: Come valutare le offerte di Credito al consumo

Le caratteristiche del Prestito Vacanze

Il prestito vacanze viene erogato da istituti finanziari e da banche e può coprire fino al 100% del costo della vacanza. Di solito l’importo che viene erogato è inferiore ai 10.000 euro, ha con una durata che va da 12 a 60 mesi e prevede un rimborso a tasso fisso e rate costanti. La fase di istruttoria e l’erogazione del prestito è molto veloce e molto spesso le società finanziarie includono gratuitamente le spese di istruttoria e di incasso rata. Per ottenere un prestito vacanze non sono richiesti specifici requisiti, oltre che dimostrare di possedere un reddito certo ed una buona affidabilità creditizia.

Il prestito vacanze, spesso, può essere richiesto direttamente presso l’agenzia di viaggi. Infatti, molte agenzie viaggi usufruiscono di convenzioni stipulate con società finanziarie. Il vantaggio che si può avere in questo caso riguarda un probabile sconto sul viaggio anche in virtù della commissione percepita dall’agenzia sul finanziamento intermediato. Invece, lo svantaggio che comporta questa situazione riguarda il venir meno, la possibilità di scegliere tra le offerte di prestito disponibili, il finanziamento al tasso di interesse più conveniente.

Come qualsiasi altra tipologia di prestiti, anche il prestito vacanze può essere estinto anticipatamente. La legge garantisce al consumatore la possibilità di effettuare l’estinzione anticipata del prestito e in alcuni casi si potrebbe pagare una penale che non deve superare, per normativa, l’1% del capitale finanziato. I termini esatti della penale devono essere sempre riportati nelle condizioni contrattuali sottoscritte.

Leggi anche: Il Tasso di interesse applicato ai mutui dalle banche

Come scegliere il Prestito Vacanze

Oggigiorno, il numero di prestiti vacanze, offerte da parte degli istituti di credito è molto elevato. Ciò permette di scegliere il prestito migliore sulla base della propria situazione economica, finanziaria e patrimoniale, non accettando cosi qualsiasi offerta di prestito.

Quando si sceglie un prestito si deve tenere conto di una serie di fattori e tra i più importanti possiamo menzionare il TAEG, la durata, la rata, eventuali oneri non inclusi nel TAEG e le garanzie necessarie per avere il prestito. Tutti questi fattori devono essere poi presenti anche nel contratto di prestito vacanze. La legge stabilisce che un contratto di prestito vacanze deve contenere i seguenti elementi:

  • Il TAN (Tasso annuale nominale)
  • Il TAEG (Tasso annuo effettivo globale)
  • Il dettaglio delle condizioni analitiche secondo cui il TAEG può essere eventualmente modificato
  • L’importo e la causale degli oneri che sono esclusi dal calcolo del TAEG
  • Ogni altro prezzo e condizione applicati, inclusi i maggiori oneri in caso di mora
  • L’ammontare e le modalità del finanziamento
  • Il numero, gli importi e la scadenza delle singole rate
  • Le eventuali coperture assicurative richieste e non incluse nel calcolo del TAEG
  • Le eventuali garanzie richieste

Nella scelta del prestito si deve sempre tenere conto anche della propria situazione economica, finanziaria e patrimoniale attuale e futura.

Leggi anche: Proteggersi dagli eventi negativi con una polizza assicurativa

Le caratteristiche dell’Assicurazione Viaggi

Quando si viaggia per piacere, per lavoro, per motivi di studio, per motivi di salute o per qualsiasi altro motivo, ci si può trovare davanti a delle situazioni spiacevoli come ad esempio l’annullamento del viaggio, la perdita del bagaglio, problemi di salute, incidenti ecc. Per evitare di trovarsi di fronte a spese inaspettate e spesso anche molto elevate, è importante tutelarsi attraverso la stipula di un’assicurazione viaggi, che è un contratto che prevede l’indennizzo dei danni relativi al trascorrimento di uno o più soggiorni effettuati dall’assicurato.

Le polizze assicurative offerte dalle compagnie assicurative non sono tutte uguali. Ci sono diverse tipologie di assicurazione viaggio, in modo da rispondere alle diverse esigenze dei viaggiatori. Quelle più comuni sono: l’assicurazione per numero di viaggi, l’assicurazione per tipo di imprevisto e l’assicurazione per tipologia di assicurato.

Anche le coperture offerte dalle Compagnie assicurative sono altrettanto numerose. Le più diffuse sono quelle relative alla tutela per l’annullamento del viaggio, l’assicurazione sanitaria e quella sullo smarrimento dei bagagli. L’assicurazione viaggi per annullamento garantisce il rimborso di una parte o dell’intero ammontare del viaggio in caso di mancata partenza. L’assicurazione sanitaria permette di coprire eventuale assistenza in ospedale e spese mediche in caso di emergenza. L’assicurazione sullo smarrimento dei bagagli tutela l’assicurato in caso di smarrimento, danno o furto dei bagagli nel corso del viaggio.

Leggi anche: I primi 100 Brand di maggiore valore al mondo nel 2017

Come scegliere l’Assicurazione Viaggi

Nella stipula del contratto assicurativo più idoneo si deve tenere conto di una serie di fattori che riguardano non solo il viaggio in sé, ma anche quello che effettivamente la polizza copre. Per quanto riguarda il viaggio, nella scelta della polizza assicurativa, si deve tener conto dei rischi che riguardano il paese dove si andrà in vacanza, della tipologia della vacanza, della compagnia aerea con la quale si viaggerà, se si viaggerà da solo o con tutta la famiglia ecc. Invece, per quanto riguarda quello che effettivamente la polizza copre, basta leggere attentamente il contratto e a parità di diritti e obblighi scegliere quello che costa di meno.

Leggi anche: Il Social lending

Conclusione

Oggigiorno, ognuno può andare in vacanza, nonostante non abbia le risorse monetare, ricorrendo ai prestiti vacanze offerte da quasi tutti gli istituti di credito. Inoltre, grazie alle assicurazioni viaggi si ha la possibilità di far fronte ad eventuali eventi negativi e spese inaspettate che possono capitare durante il viaggio. Quello che si deve sempre fare e di leggere attentamente entrambi i contratti prima di sottoscriverli, altrimenti si rischia di acquistare un servizio che non serve. Buon viaggio!

Leggi anche: Come scegliere un prestito senza sbagliare