Come investire in Cina con gli ETF

Cina, ufficialmente la Repubblica Popolare Cinese, è uno stato situato nell’Asia orientale ed è il più popolato del mondo, con una popolazione di oltre 1,385 miliardi di persone.

Dal punto di vista economico, Cina è uno dei paese con i più elevati tassi di crescita e con offre gradi opportunità di investimento per chiunque.

Spesso, pero’, è difficile entrare nel mercato cinese ed investire nell’economia reale a meno che non si hanno ingenti somme di denaro da investire, ma le difficoltà per poter investire in Cina non finiscono qui.

Il piccolo risparmiatore italiano, ad esempio, non può acquistare direttamente azioni oppure obbligazioni nelle borse cinesi ed è un peccato, perché se prendiamo in considerazione SSE Composite Index, della Shanghai Stock Exchange i valori sono più che raddoppiati in un solo anno.

Nonostante ciò, esiste un modo indiretto per investire in Cina, ossia ricorrere agli Etf, Exchange traded fund. Gli ETF sono una tipologia di fondo di investimento o Sicav, le cui quote possono essere negoziate in borsa come le azioni e che replicano le performance del benchmark di riferimento attraverso una gestione passiva. Con gli ETF l’investitore riesce anche ad una maggiore diversificazione e ad una maggiore flessibilità e trasparenza informativa.

Nella Borsa italiana vengono negoziati diversi ETF che permettono di investire in modo indiretto nel mercato cinese. Chi vuole, quindi, investire soldi in Cina, adesso lo può fare senza problemi, basta recarsi presso la propria banca per acquistarli oppure utilizzando un conto trading.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi

Commenti chiusi