Come avere una pensione futura più alta

Prima o poi la maggior parte delle persone inizia ad analizzare come sarà il proprio futuro da pensionato, ma purtroppo quasi tutti non si sentono confortati da quello che li spetta.

L’allungamento della vita e del calo delle nascite stanno incidendo negativamente sul sistema pensionistico pubblico e i flussi in entrata non riescono più a coprire i flussi in uscita.

Le pensioni pubbliche si prevedono sempre più basse e l’età pensionabile si prevede in continuo aumento. Ad esempio, solo nel 2019 l’età pensionabile in Italia è aumentata con 5 mesi, rispetto all’anno scorso, arrivando così a 67 anni di età anagrafica e con almeno 20 anni di contributi.

Chi vuole mantenere lo stesso tenore di vita anche da pensionato, deve per forza agire e ricorrere a soluzioni alternative che permettono di aumentare la pensione futura.

Come calcolare la pensione futura

Fare una simulazione su quanto sarà presumibilmente la pensione al termine dell’attività lavorativa non è difficile e chiunque lo può fare. Grazie al servizio offerto gratuitamente al sito dell’INPS, si può fare la simulazione della pensione, basandosi sulla normativa in vigore e su tre elementi fondamentali: età, storia lavorativa e retribuzione/reddito.

Il servizio, inoltre, consente di costruire la propria futura pensione confrontando diversi scenari ed effettuando delle simulazioni. Ad esempio si può calcolare la pensione, ipotizzando la sospensione del lavoro per un determinato periodo di tempo oppure modificando la previsione del PIL futuro.

Le simulazioni sono utili non solo per avere un’idea della pensione futura, ma anche per capire se è necessario agire subito oppure no per trovare soluzioni alternative che permettono di avere una pensione adeguata al proprio tenore di vita.

Prima di passare alle soluzioni alternative che permettono di avere una pensione adeguata è necessario fare una breve introduzione sulla classificazione dei sistemi pensionistici secondo la Banca Mondiale e sul sistema pensionistico italiano.

Definizione e classificazione dei sistemi pensionistici

Con il termine di sistema pensionistico si intende un organismo che ha lo scopo di erogare delle prestazioni previdenziali ai soggetti che vi partecipano. Il numero dei partecipanti è molto elevato n quanto trattando dei rischi dai costi elevati, devono essere ripartiti in una collettività.

I sistemi pensionistici non sono tutti uguali e si possono distinguere per diversi aspetti come la natura giuridica, la modalità di finanziamento, la gestione dei rischi, il tipo di partecipazioni, la modalità di gestione finanziaria, il tipo di tutele gestite, la modalità di calcolo del tipo di prestazione previdenziale, il tipo di prestazioni previdenziali e la modalità di variazione della promessa pensionistica.

Riferendosi alla classificazione della Banca Mondiale sui sistemi pensionistici, possiamo individuare 5 pilastri:

  • Il pilastro 0 (la pensione base che può essere universale o sulla prova dei mezzi).
  • Il pilastro 1 (il sistema pensionistico pubblico obbligatorio).
  • Il pilastro 2 (il sistema pensionistico privato obbligatorio).
  • Il pilastro 3 (il sistema pensionistico privato volontario).
  • Il pilastro 4 (la previdenza integrativa).

Per quanto riguarda l’Italia, nella previdenza italiana non sono presenti tutti i pilastri, ma solo il primo, il terzo ed il quarto pilastro della classificazione effettuata dalla Banca Mondiale. In Italia, al posto del pilastro 0 è previsto l’assegno sociale, invece, il pilastro 2 non è stato proprio implementato.

Il primo pilastro della previdenza in Italia coincide con il sistema pensionistico pubblico obbligatorio, che è strutturato secondo il criterio della ripartizione. Ciò significa che i contributi che i lavoratori e le aziende versano agli enti di previdenza vengono utilizzati per pagare le pensioni di coloro che hanno lasciato l’attività lavorativa. Per far fronte al pagamento delle pensioni future, dunque, non è previsto alcun accumulo di riserve finanziarie. Tra le diverse tipologie di pensione possiamo menzionare la pensione di vecchiaia, la pensione di anzianità, la pensione di inabilità, la pensione ai superstiti ecc.

Il secondo pilastro della previdenza italiana è costituito dai fondi pensione ed è gestita con il sistema della capitalizzazione. Secondo la normativa prevista dalla legislazione italiana, chi vuole una pensione integrativa può scegliere di aderire a un fondo pensione chiuso, un fondo pensione aperto o di sottoscrivere un PIP (Piano Individuale Pensionistico) che è una vera e propria polizza assicurativa, pur potendo utilizzare la denominazione fondo pensione. Il sistema pensionistico privato volontario si aggiunge a quella obbligatoria, ma non la sostituisce.

Il terzo pilastro della previdenza italiana è rappresentato dalla previdenza integrativa ed è gestita con il sistema della capitalizzazione. Nel terzo pilastro si ha accesso ad una varietà di strumenti finanziari e non finanziari, come ad esempio le polizze assicurative vita non tradizionali (le polizze Index linked e Unit linked), le polizze assicurative vita tradizionali, i fondi comuni di investimento, i depositi vincolati, ecc.

Dopo questa breve introduzione sulla classificazione dei sistemi pensionistici secondo la Banca Mondiale e sul sistema pensionistico italiano, passiamo alle soluzioni che chiunque ha a disposizione per avere una pensione futura più alta.

Come avere una pensione futura adeguata al tuo tenore di vita

La pensione futura può spaventare, ma se si agisce in tempo si può avere una pensione futura adeguata che permette di mantenere un tenore di vita alto. Per avere una pensione futura più alta è necessario:

  • Fare diverse simulazioni sulla pensione futura, ad esempio utilizzando il servizio gratuito offerto da INPS.
  • Fare la pianificazione finanziaria.
  • Individuare il proprio profilo di rischio.
  • Analizzare i diversi strumenti finanziari presenti nel mercato, come ad esempio i fondi pensione chiusi, i fondi pensione aperti, i PIP, le assicurazioni vita tradizionali, le polizze Index linked, le polizze Unit linked, i fondi comuni di investimento, i depositi vincolati e molti altri.
  • Ed infine, acquistare i prodotti scelti.

Prima si inizia a fare tutto ciò è meglio è, altrimenti si rischia di avere nel futuro una pensione bassa che non permette di mantenere un tenore di vita adeguato.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi