Il modello Black e Litterman e il portafoglio ottimale

Quando si effettua un investimento in strumenti finanziari e/o reali, la scelta degli strumenti non può essere casuale, ma deve derivare dallo svolgimento del processo di asset allocation, ossia il processo di suddivisione delle risorse finanziarie fra le varie asset class, le quali possono essere suddivise, principalmente, in due grandi gruppi: attività finanziarie e attività reali. La scelta delle asset class, su cui investire, deve essere coerente con i risultati ottenuti dalla pianificazione finanziaria e deve tener conto anche del proprio profilo di rischio. Se ad esempio il soggetto ha un profilo di rischio basso, non deve investire in azioni o… CONTINUA A LEGGERE

Short selling: guadagnare anche quando la borsa scende

L’operazione di short selling non è un’invenzione di quest’ultimi anni, ma la sua comparsa risale al 1609 quando Le Maire, un azionista della Compagnia delle Indie Orientali olandese, decise di vendere le azioni della società in misura maggiore rispetto a quanto da lui detenuto effettivamente realizzando guadagni elevati. Successivamente, lui fu accusato di aver provocato un calo del valore delle azioni della società. Con il termine di short selling o vendita allo scoperto si intende un’operazione finanziaria che consiste nella vendita di strumenti finanziari non posseduti con successivo riacquisto. Chi effettua l’operazione, lo fa perché ritiene che il prezzo dei… CONTINUA A LEGGERE

Come calcolare il rischio delle obbligazioni

Quando si decide di investire in obbligazioni, il rendimento non è l’unico fattore da considerare, anzi c’è ne sono molti altri, tra cui anche il rischio. L’investimento in obbligazioni non è un investimento privo di rischio, come molti possono credere, perché anche dall’investimento in obbligazioni si può perdere l’intero capitale investito, ad esempio quando l’azienda fallisce. Inoltre, prima di investire in obbligazioni è fondamentale determinare anche il proprio profilo di rischio e fare la pianificazione finanziaria, altrimenti si rischia di fare danni irreparabili e non solo dal punto di vista economico e finanziario. Le diverse tipologie di rischio Esistono diverse… CONTINUA A LEGGERE

Analisi del mercato immobiliare dell’Eurozona

Negli ultimi anni, il mercato immobiliare ha avuto un ruolo rilevante nell’andamento dell’economia dell’Eurozona, nel bene e nel male. Purtroppo, spesso, l’andamento dei prezzi degli immobili non ha riflettuto le fondamenta e di conseguenza ci sono paesi in cui il mercato immobiliare risulta essere sopravvalutato e altri paesi in cui risulta che il mercato immobiliare è sottovalutato. In presenza di un mercato sopravvalutato si deve fare sempre molta attenzione, perché compare un immobile ad un prezzo maggiore rispetto al suo valore reale, non è una scelta razionale e si assumono elevati rischi. I rischi aumentano ancora di più, se l’acquisto… CONTINUA A LEGGERE

La classifica delle compagnie assicurative dell’Eurozona

Rispetto all’anno scorso, la maggior parte dei titoli azionari delle compagnie assicurative dell’Eurozona sono cresciuti in borsa e di conseguenza anche la loro capitalizzazione di mercato ha continuato a crescere. Sono diversi i fattori che hanno portato a questi risultati positivi delle compagnie assicurative nell’area Euro, ma che non saranno analizzati in questo lavoro che si concentrerà, invece, sulla realizzazione della classifica delle 20 compagnie di assicurazione più grandi sulla base del market cap. Ricordiamo che con il termine di capitalizzazione di mercato o market cap si intende il prodotto fra numero totale delle azioni e il prezzo di borsa… CONTINUA A LEGGERE