Quando si richiede un mutuo sono davvero tanti gli aspetti che si devono considerare per non fare errori che possano portare al sostenimento di costi elevati nel lungo periodo.

Una tra gli aspetti più importanti che si deve valutare attentamente prima della sottoscrizione del contratto del mutuo riguarda la copertura assicurativa. L’assicurazione mutuo serve a tutelare la persona che ottiene il mutuo e l’istituto di credito che concede il mutuo, da ogni evento che possa danneggiare l’immobile o impedire la restituzione puntuale della somma ricevuta.

Le polizze assicurative che possono essere sottoscritte quando si contrae un mutuo non sono tutte uguali e si differenziano tra di loro. Possiamo dividere le assicurazioni per i contratti di mutuo in assicurazioni di tipo obbligatorio e assicurazioni di tipo facoltativo.

Sapere come funzionano queste tipologie di assicurazioni sul mutuo consente di gestire al meglio il finanziamento e mettersi al riparo da eventuali imprevisti.

L’assicurazione mutuo obbligatoria

La polizza assicurativa scoppio e incendio è l’unica assicurazione obbligatoria sul mutuo. Invece, tutte le altre soluzioni assicurative per il mutuo sono da considerarsi facoltative, quindi si può decidere se sottoscriverle o meno in base alle proprie esigenze e alle proprie disponibilità economica.

L’assicurazione mutuo obbligatoria è contestuale alla sottoscrizione del contratto e copre i danni riportati in seguito allo scoppio o incendio dell’immobile, per tutta la durata del contratto.

Ciò significa che in seguito a incendi, fumo, deflagrazioni causate da fughe di gas, fulmini e corto circuiti, la compagnia assicurativa paga il costo dei danni riportati dall’immobile e dagli oggetti presenti al suo interno.

Considerando l’entità dei possibili danni, il premio assicurativo previsto da queste polizze è elevato, ma comunque, chi contrae il mutuo ha la possibilità di scegliere una compagnia assicurativa diversa da quella proposta dalla propria banca e quindi, in alcuni casi, risparmiare qualcosa.

Il costo del premio assicurativo viene calcolato in base al valore di costruzione dell’immobile, ma non sempre. Alcune volte per il calcolo del premio viene utilizzato il valore commerciale della casa che generalmente è più alto rispetto a quello di costruzione. Il quest’ultimo caso l’importo del premio sarà più elevato.

L’assicurazione mutuo facoltativa

Oltre all’assicurazione obbligatoria scoppio e incendio, si potrà decidere di ampliare la copertura del mutuo con la sottoscrizione delle assicurazioni facoltative.

La polizza assicurativa facoltativa consente di tutelare entrambe le parti, ma solo nel caso in cui si presentino alcune eventualità come ad esempio la perdita del lavoro, il decesso dell’intestatario del contratto oppure altre situazioni che potrebbero impedire il rimborso del mutuo secondo le modalità e le tempistiche previste dal piano di ammortamento.

L’assicurazione mutuo rischio impiego. Chi ha un contratto di lavoro precario o diverso da uno a tempo indeterminato e si vuole tutelare dal rischio della perdita del lavoro, ha la possibilità di sottoscrivere l’assicurazione mutuo per la perdita del lavoro. Così in caso di perdita del lavoro sarà proprio la compagnia assicurativa a garantire il pagamento delle rate, ma solo per un periodo di tempo limitato, mediamente di 6-12 mesi, considerato sufficientemente ampio per trovare un nuovo impiego. In caso di mutui cointestati, questa la polizza assicurativa coprirà solo il 50% del valore del mutuo, lasciando all’altro intestatario in possesso di un lavoro, l’obbligo di continuare a pagare la sua parte di mutuo.

L’assicurazione mutuo rischio vita. In caso di morte dell’intestatario del contratto del mutuo la compagnia assicurativa interverrà, pagando ai familiari del defunto la cifra prevista che sarà usata per estinguere il mutuo stesso. Se però il mutuo è cointestato, la polizza coprirà soltanto il 50% del valore del mutuo.

Le modalità di pagamento dell’assicurazione mutuo

Il premio dell’assicurazione può essere pagato secondo due diverse modalità. La prima modalità consiste nel versare l’intera quota in un’unica soluzione, al momento della sottoscrizione del contratto. Invece, la seconda consiste nel spalmare l’importo sulle rate del mutuo.

Nella maggior parte dei casi è preferibile pagare all’inizio l’intero premio assicurativo evitando di pagare gli interessi sulla rateizzazione del premio stesso.

Per chi è indeciso su quella modalità di pagamento scegliere, una soluzione per togliere ogni dubbio potrebbe essere quella di calcolare la rata mutuo preventivamente, in modo da valutare come varia l’importo a seconda della copertura assicurativa scelta. In questo modo si potrà essere davvero certi di scegliere la formula più vantaggiosa.

L’assicurazione mutuo in caso di surroga

Nel caso in cui le condizioni previste dal contratto del mutuo non dovessero sembrare più così convenienti come al momento di sottoscrizione, si potrà richiedere la surroga del mutuo.

La surrogazione o surroga, detta anche portabilità, è una procedura semplificata che permette di trasferire il proprio mutuo da una banca a un’altra e usufruire agevolmente delle migliori condizioni disponibili, se offerte in quel momento dal mercato.

In questi casi, oltre al mutuo, si può trasferire presso il nuovo istituto di credito anche l’assicurazione mutuo casa. In questo caso si deve effettuare la variazione del vincolo di beneficio della nuova polizza, che non sarà più la vecchia banca, ma la nuova.

In alternativa si può anche valutare di estinguere la prima polizza mutuo casa sottoscritta, avendo diritto alla restituzione della parte di premio già versata e relativa al periodo residuo del piano di ammortamento del mutuo.

Il rimborso dell’assicurazione mutuo in caso di estinzione anticipata o rinegoziazione

Nel caso dell’estinzione anticipata del mutuo, ovvero prima della data prevista dal piano di rimborso, si ha la possibilità di chiedere il rimborso dell’assicurazione mutuo. Nello specifico, la banca dovrà restituire il premio assicurativo residuo non goduto in base al piano di ammortamento.

Anche nel caso di rinegoziazione del mutuo verrà applicata la stessa procedura come nell’estinzione anticipata. In questo caso la cifra che verrà restituita, potrà essere utilizzata per sottoscrivere un contratto per la nuova assicurazione prevista all’accensione del nuovo mutuo.

La detraibilità dell’assicurazione mutuo

L’assicurazione sul mutuo non è detraibile sia per la polizza scoppio e incendio obbligatoria, sia per la copertura contro la perdita del lavoro.

Diverso è invece il discorso per quanto riguarda l’assicurazione vita legata al mutuo casa, che può essere portata in detrazione secondo le medesime modalità previste per tutte le polizze sulla vita.

Leggi anche: Le città più economiche per andare a vivere in Spagna