Comprare casa in Spagna è un desiderio che in molti hanno, ma in pochi se la possono permettere. I motivi che possono spingere ad investire nel mercato immobiliare spagnolo cambiano da persona a persona. Ad esempio, alcuni vogliono avere una seconda casa al mare in Spagna, piuttosto che in Italia, per altri si tratta solo di un investimento con l’intento di generare una plusvalenza con la cessione dell’immobile tra qualche anno e così via.

Fino a qualche anno fa, a causa della crisi che travolse tutti i paesi, nel mercato immobiliare in Spagna si potevano trovare delle occasioni veramente interessanti, ma oggi la situazione sta cambiando e i prezzi degli immobili stanno crescendo. Certamente le occasioni non mancano neppure oggi, ma come in qualsiasi altro investimento, per determinare se conviene oppure no investire, si deve effettuare un’analisi del mercato.

Chi ha deciso di investire nel mercato immobiliare spagnolo oppure sta valutando la possibilità di entrarci, prima di tutto deve effettuare una pianificazione finanziaria sua e della propria famiglia e determinare il proprio profilo di rischio. Non dimentichiamo che l’investimento in immobili è un investimento come tutti gli altri e quindi si possono perdere soldi e non solo guadagnare soldi.

Leggi anche: Finanziare l’acquisto della casa con un Mutuo

Analisi del mercato immobiliare. Comprare casa in Spagna.

Prima di iniziare con l’analisi del mercato immobiliare spagnolo facciamo una breve introduzione sui dati e sugli indicatori che saranno utilizzati. Come nelle precedenti analisi sui mercati immobiliari, anche questa volta, il mercato immobiliare sarà analizzato, utilizzando 3 indicatori: Price to Income, Price to Rent e Rata mutuo / Salario medio. Il Price to Income è dato dal rapporto fra prezzo mediano della casa con reddito mediano annuo, il Price to Rent dal rapporto tra prezzo dell’immobile con l’affitto annuale e, infine, l’indicatore Rata mutuo / Salario medio dal rapporto tra rata media del mutuo con il salario medio. Gli indicatori sono costruiti prendendo in considerazione un appartamento di 90 metri quadri. I dati sono forniti da Numbeo e sono relativi al mese di settembre 2017.

Sulla base del indicatore Price to Income, la città dove servono meno anni per comprare casa risulta essere Granada con solo 5,5 anni. Al secondo posto della classifica sulle città meno care per comprare casa troviamo Santa Cruz de Tenerefe e Malaga, dove servono 5,94 anni. La città dove servono più anni per comprare casa in Spagna risulta essere Barcellona. A Barcellona serve il reddito di 13,96 anni per acquistare casa. La capitale della Spagna, Madrid, si trova nel all’ottavo posto. A Madrid serve il reddito di 10,16 anni.

Facendo riferimento all’indicatore Price to Rent Centro del mercato immobiliare spagnolo risulta che solo a Granada il mercato immobiliare è sottovalutato e quindi conviene ancora acquistare casa. In 3 città, Malaga, Santa Cruz de Tenerife e Valencia, non conviene sempre stare in affitto e quindi in determinate circostanze conviene comprare casa. In tutte le altre città, il mercato immobiliare risulta essere sopravvalutato e quindi conviene di più stare in affitto, piuttosto che investire in immobili.

Se invece si fa riferimento all’indicatore Price to Income Periferia, il mercato immobiliare non risulta essere sottovalutato in nessuna città. In 7 città, Palma De Mallorca, Madrid, Sevilla, Valencia, Las Palmas, Malaga e Santa Cruz De Tenerife, non conviene sempre stare in affitto e quindi in determinate circostanze conviene acquistare casa. In tutte le altre città rimanenti il mercato immobiliare risulta essere sopravvalutato.

Con riferimento all’indicatore Rata Mutuo / Salario medio risulta che a Granada, il 32,75 del reddito va a pagare la rata del mutuo. A Santa Cruz de Tenerife serve il 35,12% del reddito. Madrid, si trova all’ottavo posto, e per pagare la rata del mutuo serve il 61,62% del reddito. La città più cara risulta essere Barcellona, dove serve il 90% del reddito per pagare la rata del mutuo.

Leggi anche: Analisi del Mercato immobiliare italiano nel 2017

Conclusione

Dall’analisi del mercato immobiliare in Spagna è risultato che in alcune città è ancora conveniente investire nel mattone, invece in altre conviene di più stare in affitto. Nonostante ciò, c’è sempre la possibilità di trovare abitazioni a prezzi bassi, nonostante in media il mercato immobiliare potrebbe risultare sopravvalutato oppure abitazioni a prezzi elevati nonostante il mercato immobiliare potrebbe risultare sottovalutato.

Leggi anche: Analisi del mercato immobiliare del Regno Unito nel 2017