La borsa è un mercato finanziario regolamentato in cui si negoziano strumenti finanziari. Come in qualsiasi altro mercato i prezzi dei strumenti finanziari dipendono dall’incrocio fra domanda e offerta. Quando la domanda cresce i prezzi aumentano, invece quando la domanda diminuisce i prezzi scendono.

In un mercato efficiente i prezzi dei strumenti finanziari devono inglobare tutte le informazioni rilevanti e non, ma purtroppo questo non avviene nella realtà. I prezzi dei strumenti finanziari si discostano, nel breve periodo, molto dalle fondamenta e ci vuole del tempo per essere inglobati completamente e correttamente nel prezzo finale. Questo avviene perché la maggior parte degli investitori non fa scelte razionali, non disponendo di tutte le informazioni e dei strumenti necessari, ma anche perché alcune volte si è in presenza di situazioni di aggiotaggio.

Leggi anche: Investire in Azioni per guadagnare in Borsa

A chi credere quando si Investe in Borsa

Alcuni, l’investimento in borsa lo paragonano alla perdita sicura di soldi, altri l’investimento in borsa lo paragonano al gioco d’azzardo. Si tratta di quella categoria di persone che esprime un’opinione, tra l’atro sbagliatissima, non avendo conoscenze sul funzionamento dei mercati finanziari, sui fattori che ne influenzano l’andamento, sui strumenti di analisi finanziaria e di molto altro utile in questo campo. Coloro che considerano l’investimento in borsa come una perdita sicura di soldi, al massimo fanno male al loro stessi perché tengono i soldi nel conto corrente e non colgono i benefici che un investimento in borsa può comportare. Anche chi, invece, considera l’investimento in borsa come qualsiasi altro gioco d’azzardo fa male a sé stesso o perché investe senza fare nessuna analisi e di conseguenza perde i soldi oppure perché non investe e non ne approfitta dei benefici che l’investimento borsistico comporta.

Poi c’è anche un’altra categoria di persone che promette metodi sicuri al 100% per guadagnare in borsa. Basta fare una ricerca su Google e di pagine che offrono guadagni sicuri in borsa c’è ne sono a migliaia e quasi sempre ti propongono dei siti dove investire e applicare questi metodi. Di sicuro al 100% non esiste niente. Si tratta di siti nei limiti della truffa e quindi meglio lasciar perdere.

L’investimento in borsa, come qualsiasi altra tipologia di investimento è caratterizzato da un rischio, ossia dalla probabilità che il rendimento dell’investimento si discosti dal rendimento atteso e quindi che sia maggiore o minore di quello atteso.

Esistono solo due modi per fare una scelta ottimale quando si investe in borsa. Il primo modo consiste nel credere a sé stesso e basare le proprie scelte sull’analisi finanziaria, la pianificazione finanziaria e il proprio profilo di rischio, invece il secondo modo consiste nel delegare le scelte di investimento a dei consulenti finanziari indipendenti e che hanno mostrato una certa professionalità nel tempo.

Leggi anche: Diventare trader per guadagnare in Borsa

Riconoscere le informazioni vere quando si Investe in Borsa

Prima di andare ad investire in borsa si devono raccogliere dati e informazioni utili per fare un’analisi. Le informazioni disponibili in rete, ma anche nei giornali sono troppi e alcune volte risultano essere false. Ogni giorno sul mercato ci sono situazioni di aggiotaggio che consistono nel divulgare informazioni false o tendenziose per abbassare o alzare le quotazioni. Però, raramente questo reato viene punito e comunque anche se viene punito devono passare anni.

Non si deve credere alle banche che raccomandano di acquistare o di vendere un determinato titolo, o se si vuole credere si deve usare con cautela questa informazione. Ci sono così tanti informazioni disponibili, che basta incrociarli, e si riesce a capire cos’è reale e cos’è falso. Se l’analisi fatta porta nella stessa direzione della banca su un determinato titolo, ancora meglio, ma se non è così meglio credere a te stesso oppure al proprio consulente finanziario indipendente.

Quando si vuole investire in borsa è meglio non credere a nessuna informazione a priori, ma si devono incrociare e analizzare tutte le informazioni disponibili per distinguere quelle false da quelle vere.

Leggi anche: Guadagnare in Borsa con Insider trading e Aggiotaggio

Il mese migliore per Investire in Borsa

Alcuni sostengono che i mercati salgono nel mese di febbraio, e basano quello che dicono sull’analisi delle serie storiche di alcuni indici negli ultimi 10 anni. Altri, sostengono che i mercati salgono a ottobre perché utilizzano le serie storiche degli ultimi vent’anni di altri indici. L’idea di base di questa tipologia di analisi sta nel fatto che se ad esempio un indice azionario negli ultimi 10 anni ha avuto un andamento crescente 7 volte su 10 nel mese di febbraio allora si dovrà investire nel mese di febbraio. Si tratta di una tipologia di analisi che si deve prendere con le pinze, anche se la cosa migliore è quella di non prendere proprio in considerazione.

Non esiste un mese migliore per investire in borsa e che si ripete ogni anno, perché se così fosse l’effetto sarebbe stato annullato immediatamente dal conseguente comportamento degli attori che operano sul mercato.

I prezzi dei strumenti finanziari variano in continuazione. Ci sono titoli che salgono quando il mercato scende, oppure titoli che scendono quando il mercato sale. Il periodo migliore per investire in borsa si deve determinare in base all’analisi finanziaria, la pianificazione finanziaria e il proprio profilo di rischio.

Leggi anche: Investire in Obbligazioni

Conclusione

La borsa è un mercato che, in linea generale, funziona come tutti gli altri. Per non sbagliare e acquistare prodotti che hanno un prezzo maggiore di quello che realmente valgono, prima dell’acquisto si deve fare molta attenzione alle informazioni, alle analisi e ai consigli offerti, ma sicuramente anche ai soggetti che li offrono.

Leggi anche: Investire in Fondi comuni di investimento