Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

etfCon il termine ETF, ossia exchange traded fund si intende uno strumento di investimento che ha due caratteristiche diverse rispetto ai fondi comuni di investimento. Gli Exchange traded funds si quotano e si acquistano in Borsa come ad esempio le azioni ed inoltre vengono gestiti in modo passivo.

La gestione passiva consiste nel replicare un indice azionario, obbligazionario, monetario, valute, commodities ecc. Il gestore non ha un ruolo rilevante nella gestione passiva e quindi ciò comporta minori costi di gestione rendendoli più economici rispetto ai fondi comuni di investimento con gestione attiva.

Grazie agli ETF un investitore ha la possibilità di investire su un intero indice di mercato, aumentando cosi la diversificazione e riducendo il rischio. Il rendimento e il rischio sarà identico alle performance dell’indice di riferimento, tranne il caso in qui la valuta dell’indice di riferimento è diverso dalla valuta dell’Exchange traded funds i quali nella Borsa italiana vengono quotati in Euro.

Gli ETF non hanno costi di entrata, costi di uscita oppure costi di performance come può avvenire sui fondi comuni. Ma, rispetto ai fondi comuni con gestione attiva hanno una commissione totale annua (TER), che viene applicata in proporzione alla detenzione dell’ETF. Tale commissione va da 0.09% al 1.5%. Altri costi da considerare riguardano le commissioni della banca o del broker per l’acquisto in Borsa.

Come nel caso dei fondi comuni, anche negli ETF il patrimonio dell’Exchange traded fund è separato dall’emittente, eliminando cosi il rischio dell’emittente.

Un altra caratteristica comune ai fondi comuni di investimento e la distribuzione di dividendi. Infatti anche gli ETF si possono dividere in ETF a distribuzione, cioè pagare periodicamente dividendi, oppure a ETF ad accumulazione, cioè reinvestire i dividendi.

Gli Exchange traded funds fanno parte degli Exchange traded products (ETP), insieme agli Exchange traded notes (ETN) e gli Exchange traded commodities (ETC). Gli ETN hanno come benchmark di riferimento un indice non azionario, come ad esempio un paniere di materie prime, una paniere di valute, l’indice di volatilità Vix. Invece, gli ETC hanno come benchmark di riferimento una materia prima che può riguardare i prezzo a pronti oppure a termine.

Sia gli ETN, che gli ETC sono delle note bancarie e non dei fondi come gli ETF. Un altro elemento che li differenzia è il rischio emittente, presente nei ETN e ETC.

Nella Borsa italiana, gli ETF si negoziano sull’ETF Plus che ha tre segmenti:

  • Il segmento A dedicato alla negoziazione di quote o azioni di ETF
  • Il segmento B dedicato alla negoziazione di quote o azioni di ETF strutturati
  • Il segmento C dedicato alla negoziazione di ETC (Exchange traded Commodities)

Ma chi sono gli ETF con le migliori performance nel 2015 quotati nella Borsa Italiana?

Secondo i dati Morningstar, L’ETF, quotato nella Borsa Italiana, che ha ottenuto il miglior rendimento medio negli ultimi 3 anni risulta essere Amundi ETF Leveraged MSCI USA Daily UCITS ETF EUR. Questo ETF replica la performance dell’indice di strategia MSCI USA Leveraged 2x Daily, qualunque sia la sua evoluzione, positiva o negativa. Rispetto al secondo posto, ma anche dal quarto fino al decimo posto della classifica, l’investimento in questo ETF risulta meno rischioso e nonostante abbia un rendimento migliore, ha una volatilità minore. Al secondo posto troviamo db x-trackers S&P 500 2x Leveraged Daily UCITS ETF 1C EUR che ha una volatilità del 16.71% e un rendimento medio negli ultimi 3 anni del 41.67%. Questo ETF ha come sottostante e replica l’andamento del S&P 500 2x Leveraged Daily Index. All’ultimo posto, invece troviamo Lyxor UCITS ETF Stoxx Europe 600 Media EUR con un rendimento medio negli ultimi 3 anni del 29.33% e una volatilità 11.06%. L’ultimo posto ha come indice di riferimento il STOXX EUROPE 600 MEDIA.

Nome del Exchange Traded Fund (ETF) Volatilità con dati ultimi 3 anni Year To Date % Rendimento ultimo anno in % Rendimento in 3 anni annualizzato in %
Amundi ETF Leveraged MSCI USA Daily UCITS ETF EUR 19,37 17,16 66,06 46,66
db x-trackers LevDAX® Daily UCITS ETF 1C EUR 25,47 23,18 15,19 42,09
db x-trackers S&P 500 2x Leveraged Daily UCITS ETF 1C EUR 16,71 7,8 37,77 41,67
Lyxor Daily LevDAX UCITS ETF EUR 25,70 23,66 14,99 41,61
Amundi ETF Leveraged Euro Stoxx 50 Daily UCITS ETF EUR 23,95 23,42 10,57 39,76
Lyxor UCITS ETF Euro Stoxx 50 Daily Leverage EUR 24,37 23,74 9,95 39,71
ETFS DAX® Daily 2x Long GO UCITS ETF EUR 25,63 23,12 14,04 39,39
Lyxor UCITS ETF FTSE MIB Daily Leveraged 34,92 41,06 -1,7 38,87
Amundi ETF Leveraged MSCI Europe Daily UCITS ETF EUR 21,18 25,97 23,72 38,75
ETFS FTSE® MIB Leveraged (Daily 2x) GO UCITS ETF 35,07 39,92 -3,36 36,23
Lyxor UCITS ETF Stoxx Europe 600 Automobiles & Parts EUR 18,39 24,37 17,54 32,68
RBS Market Access TOPIX® EUR Hedged Index UCITS ETF EUR 14,33 20,98 36,65 31,79
Lyxor UCITS ETF Stoxx Europe 600 Financial Services EUR 11,90 18,63 23,85 31,58
Lyxor UCITS ETF Stoxx Europe 600 Insurance EUR 12,13 12,16 19,64 31,4
iShares MSCI Japan EUR Hedged UCITS ETF EUR 14,53 16,85 31,98 31,28
db x-trackers Stoxx® Europe 600 Insurance UCITS ETF 1C EUR 13,21 12,23 19,63 31,01
db x-trackers MSCI World Health Care Index UCITS ETF 1C EUR 11,16 16,8 42,71 30,01
Lyxor MSCI World Health Care TR UCITS ETF – C-EUR 11,00 16,73 42,4 29,92
Lyxor UCITS ETF Stoxx Europe 600 Travel & Leisure EUR 11,24 14,78 22,75 29,63
Lyxor UCITS ETF Stoxx Europe 600 Media EUR 11,06 17,38 27,63 29,33

Tutti gli ETF, quotati nella Borsa Italiana che appaiono nella classifica dei primi 20 posti in termini di performance, sono ETF che replicano indici azionari. E’ importante non sopravalutare, pero’ le performance storiche quando si investe.

Leggi anche:Trading: Investire in Fondi comuni aperti. I 20 Fondi comuni aperti italiani con le migliori performance nel 2015