Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

best place to workOgni persona passa una parte rilevante del proprio tempo lavorando. L’ambiente lavorativo è un fattore rilevante che può influenzare la nostra vita in peggio o in meglio sia mentre si lavora, sia dopo che si è uscito dal lavoro. Comportamenti aziendali volti alla riduzione dello stress legato al lavoro producono risultati apprezzabili per le aziende e aumentano i benefici anche per i singoli individui che operano al loro interno e dunque per la collettività.

Ogni anno Great Place to Work analizza le aziende e fa una classifica delle società in base all’ambiente di lavoro. La classifica viene fatta in base a due questionari: il Trust Index e il Culture Audit, dove il primo viene compilato dai lavoratori e il secondo dalle aziende.

Secondo il Great Place to Work, nella classifica The Best Large Workplaces in Europe in 2015, nei primi 10 posti abbiamo 1 società con sede in Francia, 2 in Belgio, 2 in Gran Bretagna, 2 in Danimarca, 1 in Germania, 1 in Portogallo e 1 in Svezia. Nessuna azienda italiana non si trova nelle prime 10.

Al primo posto della classifica delle 10 società con il miglior ambiente lavorativo troviamo una società francese, la Davidson che si occupa di Engineering Consulting. Al secondo e terzo posto abbiamo due aziende belghe, la Torfs che opera nel Retail e la Accent Jobs che si occupa di Staffing & Recruitment. Nel quarto posto troviamo la Capital One della Gran Bretagna che si occupa di Financial Services & Insurance. All’ultimo posto c’è la Vector Informatik GmbH, con sede in Germania che si occupa di Information Technology.

Rank Large Company Paese
1 Davidson France
2 Torfs Belgio
3 Accent Jobs Belgio
4 Capital One (Europe) plc Gran Bretagna
5 Tre Svezia
6 Beierholm Danimarca
7 Roff Portogallo
8 Softcat Limited Gran Bretagna
9 EnergiMidt Danimarca
10 Vector Informatik GmbH Germania

Secondo la classifica di The Best Small and Medium Workplaces in Europe in 2015, nei primi 10 posti abbiamo 5 società con sede in Svezia, 3 in Danimarca, 1 in Olanda e 1 in Finlandia. Questo mostra che i paesi scandinavi sono quelli che offrono un ambiente lavorativo migliore, infatti 9 paesi su 10 sono scandinavi. Anche in questa classifica l’Italia non si trova nei primi 10 posti.

Al primo e secondo posto della classifica troviamo 2 aziende con sede in Svezia, la Cygni che si occupa di Information Technology e la Key Solutions che si occupa di Telephone Support/Sales Centers. Al terzo posto abbiamo una azienda con sede in Finlandia che si occupa di Information Technology. Negli ultimi due posti della classifica troviamo 2 aziende con sede in Danimarca, la Center for Socialpsykiatri Lolland e la Herning Kommunale Tandpleje che fanno parte entrambe del settore delle Social Services and Government Agencies.

Rank Small and Medium Company Paese
1 Cygni Svezia
2 Key Solutions Svezia
3 Vincit Finlandia
4 Conscia Danimarca
5 Samhoud Consultancy Olanda
6 Tenant & Partner Svezia
7 Centiro Solutions Svezia
8 Frontit Svezia
9 Center for Socialpsykiatri Lolland Danimarca
10 Herning Kommunale Tandpleje Danimarca

Ma come viene effettuata la valutazione delle aziende da Great Place to Work?

Il peso maggiore nella valutazione dipende dal Trust Index che è originata dal giudizio dei lavoratori che, compilando il questionario, assegnano alla loro azienda il titolo di Best Workplace. I risultati del questionario Trust Index pesano per i 2/3 del punteggio finale, mentre la restante parte è legata all’analisi delle pratiche di gestione delle risorse umane, descritte dalle aziende nel questionario Culture Audit.

Il modello su cui si basa il questionario Trust Index, e da cui discende il processo di valutazione, mette in evidenza come un ambiente di lavoro eccellente sia caratterizzato da tre relazioni fondamentali: una relazione di fiducia reciproca con il management aziendale, il rapporto di orgoglio per il proprio lavoro e per l’organizzazione di cui si fa parte e la qualità dei rapporti con i colleghi.

Queste tre relazioni si sviluppano in 5 dimensioni: Credibilità, Rispetto ed Equità, misurano la fiducia dei dipendenti nei loro manager, mentre le altre due, Orgoglio e Cameratismo, mirano a valutare il rapporto dei dipendenti con il loro lavoro e la loro azienda, le loro sensazioni riguardo ad essi, e il divertimento nel luogo di lavoro con gli altri colleghi.

Leggi anche: Area Euro: Traffic Index 2015. Italia all’ultimo posto