Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

produttivita unione europeaIn economia la produttività può essere definita come il rapporto tra la quantità di output e le quantità di uno o più input utilizzati nel processo di produzione e viene calcolata con riferimento alla singola impresa, all’industria o più in generale alla nazione.

In linea generale, un aumento di produttività può essere visto genericamente come un risparmio di input in termini fisici, sia esso dovuto al progresso tecnico, al miglioramento dell’efficienza produttiva ricollegabile a economie di scala, alla riduzione della capacità produttiva inutilizzata o ad altro.

La produttività è spesso la chiave per uscire dalle crisi. Infatti, un aumento della crescita economica e dello sviluppo economico è possibile solamente con una migliore produttività.

Leggi anche: La classifica dei paesi OCSE sulla produttività del lavoro negli ultimi 10 anni

La classifica dei paesi sulla produttività del lavoro nell’Unione europea

Nella classifica dei paesi sulla produttività del lavoro sarà utilizzata la produttività per ora lavorata perché’ consente una migliore panorama rispetto alla produttività del lavoro per lavoratore, in quanto consente di eliminare le differenze tra lavoro part time e full time tra i diversi paesi e ne diversi anni.

I dati utilizzati sono stati forniti dall’Eurostat. Nel caso del Belgio, Francia e Svizzera mancano i dati sulla produttività del lavoro per il 2015 e quindi sono stati inseriti solo quelli del 2014. Nel caso di Norvegia e Islanda non sono disponibili neanche i dati del 2014.

Leggi anche: Quale dei paesi OCSE investe di più in Ricerca e Sviluppo

Dai dati emerge che il paese con la produttività del lavoro per ora lavorata più alta nell’Unione europea è la Romania, seguita da Lettonia e Lituania. Al quarto posto della classifica dei paesi in base alla produttività del lavoro si trova la Bulgaria seguita dall’Irlanda.

L’Italia si trova nel penultimo posto della classifica sulla produttività del lavoro per ora lavorata. Rispetto al 2014 la situazione italiana sulla produttività del lavoro per ora è peggiorata. All’ultimo posto della classifica si trova la Grecia che peggiora rispetto al 2014.

Produttività 2014 Produttività 2015
Romania 118,2 123,2
Lettonia 111,9 115,5
Lituania 114,2 113,0
Bulgaria 110,0 112,8
Irlanda 106,6 112,1
Polonia 109,4 111,6
Slovacchia 108,7 110,8
Croazia 106,4 110,3
Malta 106,3 109,8
Estonia 107,9 106,5
Spagna 105,8 106,5
Repubblica Ceca 103,1 105,5
Slovenia 103,5 105,1
Cipro 103,9 104,8
Svezia 102,2 104,7
Unione Europea (28 paesi) 103,6 104,5
Area Euro (19 paesi) 103,8 104,3
Germania 103,6 104,2
Lussemburgo 101,1 103,6
Austria 102,6 103,2
Olanda 101,7 102,8
Portogallo 102,8 102,7
Gran Bretagna 100,4 102,2
Ungheria 101,1 101,4
Finlandia 100,6 101,3
Danimarca 100,3 100,5
Italia 100,7 100,5
Grecia 97,2 94,3
Belgio 100,6
Francia 103,1
Svizzera 102,6

15 paesi dell’Unione europea si trovano sopra la media europea e la media dell’Area Euro, invece 11 paesi si trovano sotto la media.

Leggi anche: Quale università scegliere per avere un futuro migliore