Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

Con il termine di investimento in borsa, si intende l’attività di acquisto e successiva vendita di strumenti finanziari in un qualsiasi mercato finanziario nel mondo.

Quando si investe in borsa, l’intento è quello di generare guadagni, ma purtroppo per la maggior parte delle persone non è così. Sicuramente non si guadagna mai in ogni investimento fatto, come non si perde mai in ogni investimento fatto. Importante è di guadagnare mediamente in un determinato periodo di tempo.

Chi perde in borsa, nella maggior parte delle volte che investe, escludendo alcuni casi specifici, sicuramente è un soggetto che non sa interpretare le informazioni disponibili e non sa analizzare nel modo corretto gli strumenti finanziari in cui investe. In altri casi la perdita avviene perché ci si fida troppo dei promotori finanziari che lavorano presso la banca in cui si hai il conto corrente.

Leggi anche: Truffare o ricattare un investitore con obbligazioni subordinate e azioni

Leggi anche: Guadagnare in Borsa con Insider trading e Aggiotaggio

Come investire nella Borsa italiana

L’investitore italiano, oggi, ha la possibilità di investire nei mercati finanziari di tutto il mondo. Investire in mercati finanziari esteri comporta anche costi più elevati che non ha senso sostenere a meno che non si hanno capitali elevati e/o una conoscenza approfondita di quei mercati. In generale un investitore italiano va ad investire in strumenti finanziari che vengono trattati nella Borsa italiana.

Per poter investire nella Borsa italiana è sufficiente aprire un conto corrente ed un portafoglio titoli in qualsiasi banca in Italia. Molte banche offrono un portafoglio titoli gratuito e la possibilità di accedere in tempo reale al mercato in cui si vuole investire. Inoltre, possono essere offerte anche piattaforme di trading di base. Le commissioni di trading applicate dalle banche, di solito, sono basse.

Chi, invece, vuole una piattaforma di trading più sofisticata può aprire un conto presso un qualsiasi broker online. I costi in questo caso aumentano, perché oltre al costo mensile della piattaforma di trading, aumentano anche le commissioni di trading.

Per coloro che sono alle prime armi, la Borsa italiana offre la possibilità di fare delle simulazioni di trading, aprendo un conto presso il sito della Borsa italiana e quindi imparando senza rischiare.

Leggi anche: Fare trading nella Borsa italiana senza denaro reale

Leggi anche: Imparare a fare Trading con un software di Analisi tecnica Gratis

Dove investire nella Borsa italiana

La Borsa italiana è suddivisa in diversi mercati offrendo così ad ogni investitore un’ampia gamma di strumenti finanziari in base alle proprie esigenze e profilo di rischio. L’investitore italiano ha quindi la possibilità di investire in diverse tipologie di strumenti finanziari e realizzare una diversificazione di portafoglio elevato.

L’investitore con una bassa tolleranza al rischio sicuramente sceglierà titoli poco rischiosi come ad esempio i titoli di stato oppure le obbligazioni societarie con tripla AAA. Chi ha una tolleranza moderata di rischio costruirà un portafoglio sia con obbligazioni sia con azioni. Invece, l’investitore con un’alta tolleranza al rischio preferiranno investire in strumenti finanziari rischio come ad esempio le azioni, i strumenti derivati, le commodities ecc.

Ognuno di queste categorie di investitori può investire anche in prodotti come gli ETF o Fondi comuni che sono caratterizzati da diversi profili di rischio.

Leggi anche: Trading: Come investire in Commodities nella Borsa italiana

Leggi anche: Trading: Investire negli ETF della Borsa Italiana nel 2015

Leggi anche: Trading: Investire in Fondi comuni aperti nel 2015

Leggi anche: Trading: Equity ETF, Fixed Income ETF e Currency ETF

La maggior parte dei piccoli investitori investe nella Borsa italiana in azioni, obbligazioni oppure fondi comuni che sono dei prodotti che consentono un guadagno solamente quando il valore del titolo cresce. Se invece si tratta di un titolo che ha un trend ribassista allora si registreranno solo perdite. Ciò porta la necessita di considerare altre strategie di investimento oppure utilizzare altri prodotti finanziari per guadagnare anche quando la borsa scende.

Dove investire nella Borsa italiana quando il mercato è ribassista

L’investimento in borsa è una delle poche attività che consente di generare guadagni sempre, anche quando tutto il mercato di riferimento va male. Se nell’economia reale un settore va male, tutti quelli che hanno investito in quel settore avranno delle perdite o profitti nulli, invece chi investe nella Borsa italiana o in qualsiasi altra borsa, ha la possibilità di guadagnare, anche quando il titolo, il settore o il mercato scende, vendendo allo scoperto. La vendita allo scoperto consiste nel vendere dei titoli che non si hanno, i quali vengono presi in prestito da un intermediario. Si tratta quindi di un operazioni molto rischiosa, perché la perdita può essere teoricamente infinita.

Leggi anche: Guadagnare in Borsa con lo Short selling

Leggi anche: Come guadagnare di più nel trading azionario

La vendita allo scoperto o short selling non è l’unico modo di guadagnare in borsa anche quando il settore di riferimento va male. Altri modi per guadagnare anche quando la borsa scende è quello di investire in strumenti derivati, come ad esempio i futures, gli options, i covered warrent, i certificates ecc. Ricordiamo che gli strumenti derivati sono dei strumenti finanziari il cui valore dipende dall’andamento del sottostante. Se nel caso dei futures si può perdere l’intero capitale, nel caso degli options il capitale che si può perdere è limitato al premio iniziale pagato. Gli strumenti derivati sono dei strumenti molto complessi e serve una conoscenza ottima prima di investire.

Leggi anche: Trading: Investire in Derivati cartolarizzati. Conoscere i Covered warrants

Leggi anche: Trading: Investire in Derivati cartolarizzati. Conoscere i Certificates

Leggi anche: Trading: Investire in Strumenti Derivati. Conoscere Options e Swaps

Leggi anche: Trading: Investire in Strumenti Derivati. Conoscere Forwards e Futures

Leggi anche: Come calcolare il prezzo delle Opzioni europee

Sicuramente non basta fare una vendita allo scoperto oppure acquistare un prodotto derivato per guadagnare anche quando la Borsa italiana oppure qualsiasi borsa va giu. Prima di tutto serve un’analisi finanziaria completa e quindi analizzare non solo il titolo, ma effettuare anche un’analisi settoriale, macroeconomica e quantitativa. Ad esempio si dovrà vendere allo scoperto solamente se dopo l’analisi fatta le previsioni sono ribassiste.

Leggi anche: Indicatori Macroeconomici USA con importanza Alta

Leggi anche: Trading: Come calcolare il rendimento delle obbligazioni

Leggi anche: Trading: Come misurare il rischio delle obbligazioni o bonds

Quando investire nella Borsa italiana per guadagnare denaro

Chi ha una bassa conoscenza dei mercati finanziari può pensare che esiste un momento migliore in assoluto per tutti per assumere una posizione in borsa, ma così non è. Se ad esempio un investitore vuole assumere una posizione long su un titolo nella Borsa italiana, il momento migliore per investire può essere sia quando il titolo scende sia quando il titolo sale. Un titolo che sta scendendo può invertire il trend e salire, cosi come un titolo che cresce può continuare a crescere. Lo stesso ragionamento vale anche per un investitore che vuole assumere una posizione short sulla Borsa italiana.

Leggi anche: Come investire nella Borsa italiana

Leggi anche: Trading: Investire in Hedge funds oppure in un Indice di Borsa nel 2016

Leggi anche: Correlazione tra VIX e S&P500 dal 2010 ad oggi

Sono tanti i fattori che determinano il momento migliore per investire nella Borsa italiana o in qualsiasi altra borsa nel mondo. Si tratta sia di fattori soggettivi che di fattori oggettivi. Se un investitore ha una tolleranza al rischio bassa probabilmente non assumerà una posizione long nel mercato in un momento caratterizzato da un’elevata volatilità, nonostante prevede un trend rialzista.

Il momento migliore per investire denaro nella Borsa italiana o in qualsiasi altra borsa nel mondo si deve scegliere in base ad una completa analisi finanziaria e deve essere coerente con una serie di fattori soggettivi che caratterizzano l’investitore. Quindi, non esiste il momento migliore per tutti gli investitori, ma esiste il momento ottimale per il singolo investitore.

Leggi anche: Trading: Investire in Contratti per Differenza (CFD)