Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

L’investimento in borsa ha sempre attirato l’attenzione di tutti e continua ad essere accessibile a tutti, ma se una percentuale di queste persone ha voluto rimanere fuori, non investendo in borsa, altri hanno voluto in tutti modi a fare parte di questo grande mercato regolamentato.

La scelta se investire in borsa oppure non investire in borsa, non può essere considerata a priori giusta o sbagliata considerando il numero elevato di fattori oggettivi e soggettivi da analizzare.

Chi ha deciso di non investire in borsa i propri risparmi e quindi stare fuori, spesso, consigliato dal dipendente della propria banca, ha investito, fuori borsa, in azioni e obbligazioni subordinate emesse dalla banca che tra l’altro, spesso, non è neanche quotata, assumendo cosi un rischio maggiore rispetto a chi investe in un mercato regolamentato.

Chi, invece, ha voluto in tutti i modi a far parte di questo mercato regolamentato, non ha scelto sempre la via migliore per farlo. Alcuni si sono buttati, investendo senza fare nessun’analisi e considerando la borsa come un casino. Altri hanno affidato le scelte di investimento al dipendente bancario sbagliato e così via. Solo una piccola percentuale di queste persone ha, invece, fatto scelte più intelligenti, affidandosi a dei professionisti del settore in assenza di conflitti di interesse, affidandosi ai Robo advisors oppure ha studiato ed imparato come funzionano e cosa influenza i mercati finanziari, ha imparato a fare un’analisi finanziaria e solo dopo ha iniziato ad investire in borsa.

Chi è digiuno di finanza trascura un elemento importante nell’investimento in borsa, ossia il rischio complessivo che è dato dall’insieme di rischi come ad esempio il rischio del tasso di cambio, il rischio del tasso di interesse, il rischio del gestore, il rischio sistematico, il rischio non sistematico, il rischio sistemico e molti altri rischi. Spesso questa tipologia di risparmiatore si concentra su altre cose non importanti ai fini dell’investimento.

Leggi anche: Investire in Borsa utilizzando i Robo Adivsor

Domande che, spesso, i risparmiatori digiune di Finanza fanno.

  • Quanto investire in Borsa

Una domanda che spesso le persone digiune di finanza fanno e che si aspettano una risposta subito è “Quanto investire in Borsa”. Si tratta di una domanda che non può avere una risposta standard e con una certezza al 100%, a meno che non venga considerata come standard e con una certezza al 100% la risposta “Dipende”.

Tutto dipende da una serie di fattori oggettivi e soggettivi che devono essere analizzati prima di dare una risposta.  L’ammontare del capitale da investire in borsa si può determinare solo dopo aver fatto una pianificazione finanziaria e aver determinato il profilo di rischio.  Se Tizio ha 1 milione di Euro nel conto corrente e ne investe 10 mila, non sta assumendo lo stesso rischio di Caio che ne ha 10 mila e ne investe 10 mila, a parità di tutte le altre condizioni.

Non esiste, quindi, un capitale ideale per tutti, ma bensì un capitale ottimale per ciascun singolo investitore.

Leggi anche: Guadagnare in Borsa con lo Short selling

  • Quanto si guadagna in Borsa

Oltre, alla domanda sul capitale ideale da investire in borsa, una altra domanda, che spesso le persone digiune di finanza fanno e per la quale vogliono subito una risposta è “Quanto si guadagna in Borsa”, ma anche in questo non esiste una risposta standard e con una certezza al 100% e l’unica risposta che si può dare è “Dipende”.

Anche la risposta di questa domanda dipende da una serie di fattori oggettivi e soggettivi che si devono analizzare. Inoltre, la risposta dipende anche dalla tipologia di guadagno, ovvero se si tratta di un guadagno relativo, ossia in percentuale, oppure di un guadagno assoluto, ossia un valore ad esempio in Euro.

Premettendo che investimenti senza rischio non esistono e anche se i soldi si tengono sotto il materasso il rischio c’è, se un risparmiatore vuole investire in borsa, in strumenti con un rischio basso, può investire in titoli di stato tedesco che offrono un rendimento quasi nullo. Sicuramente tale risparmiatore non può pretendere un rendimento maggiore senza assumere rischio. Se vuole un rendimento maggiore, allora può investire in obbligazioni societarie, in titoli di stato emessi da paesi con un basso rating, in azioni e in molti altre tipologie di prodotti finanziari.

In tutti i casi non si può dare una risposta certa alla risposta “Quanto si guadagna in Borsa”, perché la certezza assoluta non esiste.

Leggi anche: Creare un portafoglio diversificato per guadagnare in borsa

Consigli utili per chi è digiuno di Finanza.

  • Cosa fare se ti propongono un investimento “sicuro” che rende 20 % 

Se la tua banca, un gestore di fondi, un consulente finanziario o qualsiasi altra persona di offre un investimento sicuro che rende 20 % annui oppure 30% annui oppure 100% annui accetta se ti piace essere truffato, se ti piace essere la vittima di uno schema Ponzi o se non vuoi più vedere i tuoi soldi. Altrimenti rifiuta la proposta scapa da quella banca, da quel gestore di fondi, da quel consulente finanziario o da qualsiasi altra persona che ti offre investimenti sicuri che offrono questi rendimenti.

  • Cosa fare se ti propongono un investimento sicuro

Se la tua banca, un gestore di fondi, un consulente finanziario o qualsiasi altra persona di offre un investimento sicuro che rende pochissimo, la scelta di investire o meno dipenderà dal tuo profilo di rischio e da una serie di fattori che devi analizzare prima. Di solito, più l’investimento è sicuro, più il rendimento è basso. Però, ricordati sempre che non esiste un investimento sicuro al 100%.

  • Cosa fare se ti propongono un investimento rischioso che rende 1%

Se la tua banca, un gestore di fondi, un consulente finanziario o qualsiasi altra persona di offre un investimento rischioso che rende 1 % annuo oppure pochissimo in rapporto al rischio accetta se ti piace rischiare senza guadagnare il dovuto. Altrimenti rifiuta e scapa da quella banca, da quel gestore di fondi, da quel consulente finanziario o da qualsiasi altra persona che ti offre investimenti rischioso che rende pochissimo in rapporto al rischio assunto.

  • Cosa fare si ti propongono un investimento rischioso

Se la tua banca, un gestore di fondi, un consulente finanziario o qualsiasi altra persona di offre un investimento un investimento rischioso che ti può rendere tanto, ma ti può anche perdere tanto, la scelta di investire o meno dipenderà dal tuo profilo di rischio e da una serie di fattori che devi analizzare prima. Sicuramente non si può pretendere di guadagnare tantissimo in borsa senza rischiare, a meno che non hai a disposizione informazioni riservate oppure sei in grado di influenzare l’andamento dei mercati finanziari.

E se perdi non ti lamentare e non accusare la banca, il gestore di fondi, il consulente finanziario o qualsiasi altra persona per truffa, perché sei stato informato prima di investire che puoi perdere.

  • Cosa fare si ti propongono un prestito per investire in borsa

Se ti offrono un prestito, i cui soldi, si devono investire in borsa o fuori borsa come ad esempio acquistare azioni o obbligazioni subordinati della propria banca rifiuta, a meno che, tu non sei un professionista e come lavoro fai proprio il trader.

Leggi anche: Truffare o ricattare un investitore con obbligazioni subordinate e azioni

Leggi anche: Guadagnare in Borsa con Insider trading e Aggiotaggio

Conclusione

La cosa migliore da fare quando si vuole investire in borsa è quella di studiare in continuazione e non rimanere digiuno di finanza. Più impari, più sarai capace di proteggere i tuoi soldi e più guadagnerai in borsa. Non si possono fidare i soldi di una vita ad un’altra persona o robo advisor senza capire quello che sarà fatto con quei soldi.

Leggi anche: Come guadagnare di più nel trading azionario oppure Investire nella Borsa italiana