Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

eurozona world bank businessIl Rapporto Doing Business, pubblicato dalla Banca Mondiale, ha accresciuto, nel tempo, la sua rilevanza, non solo come strumento di confronto tra i diversi paesi nel mondo, ma anche come uno strumento di guida nel disegno delle riforme e delle politiche volte a favorire l’attività imprenditoriale.

Come ogni anno, anche quest’anno la Banca Mondiale ha pubblicato il rapporto Doing Bussines 2016. Tale rapporto analizza i fattori che favoriscono o limitano l’attività imprenditoriale in un paese. Sono dieci indicatori che vengono presi in considerazione nel rapporto Doing Business della World Bank: avvio d’impresa, ottenimento dei permessi edilizi, allacciarsi alla rete elettrica, trasferimento di proprietà immobiliare, accesso al credito, protezione degli investitori di minoranza, pagamento delle imposte, commercio transfrontaliero marittimo, risoluzione di dispute commerciali, risoluzione dell’insolvenza e procedure concorsuali. Ponderando tutti gli indicatori, è stato creato un indicatore, Distance to Frontier, che misura la distanza di ogni paese dalla frontiera ottimale. L’indicatore assume valori che vanno da zero a cento, dove zero rappresenta la performance peggiore e cento la performance migliore.

Chi sono i paesi migliore nell’Eurozona nel Doing Business nel 2016?

Secondo l’ultimo rapporto della Banca Mondiale riferito all’Eurozona, il paese che favorisce di più le attività imprenditoriali è la Finlandia con 89.1 punti. Ciò significa che per solo 18.9 punti Finlandia sarebbe stata perfetta per svolgere un attività imprenditoriale.

Al secondo posto troviamo la Germania con 79.9 punti, seguita da Estonia con 79.5 punti. Al quarto e quinto posto troviamo Irlanda e Lituania.

Italia si trova al quindicesimo posto con 72.1 punti, lasciando indietro solo Cipro, Grecia e Lussemburgo nella classifica del Doing Business pubblicato dalla Banca Mondiale. Anche rispetto al 2015 l’Italia è ferma al quindicesimo posto.

eurozona euro doing business world bank

Infine, vi ricordiamo che, se siete interessati alla classifica del Doing Business 2016 di tutti i paesi del mondo, potete visitare la pagina ufficiale del Doing Business, creata dalla World Bank.

Leggi anche: Ranking of Doing Business nell’Area Euro nel 2015 oppure Ranking of Starting a Business nell’Area Euro nel 2015