Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedin

come-scegliere-prestitoLa maggior parte delle persone non riesce a soddisfare nell’immediato con il proprio reddito i bisogni che ha. Ciò spinge queste persone alla necessita di prendere delle decisioni se lasciar perder e quindi non soddisfare tali bisogni, oppure soddisfare tali bisogni nel futuro ad esempio attraverso il risparmio personale oppure se soddisfare nell’immediato ricorrendo ad un prestito presso amici e/o familiari oppure presso intermediari finanziari. Il prestito consiste nella cessione di una somma di denaro con il vincolo della restituzione di una somma di denaro pari o maggiore di quella prestata entro un determinato periodo di tempo secondo modalità prestabilite. Tralasciando l’ipotesi di prendere in prestito da amici e/o familiari, la maggior parte delle persone che necessita di un prestito va da un intermediario finanziario che può essere una banca, una società finanziaria, una piattaforma di social lending ecc.

Leggi anche: Il Social lending

Leggi anche: Il Rent to buy per acquistare casa

Le caratteristiche di un prestito

I prestiti offerti dagli intermediari finanziari sono spesso molto diversi tra di loro. Anche presso lo stesso intermediario ci possono essere diverse tipologie di prestiti che consentono di soddisfare diverse tipologie di bisogni. Tra le caratteristiche principali di un prestito possiamo menzionare:

  • L’ammontare del capitale concesso in prestito
  • Il Tasso annuale nominale
  • Il Tasso annuo effettivo globale
  • La durata del prestito
  • Le modalità di rimborso
  • L’importo delle rate
  • Le spese di istruttoria
  • La stipula di eventuali polizze assicurative
  • Le garanzie necessari per la concessione del prestito
  • Altro

La concessione di un prestito avviene solo dopo una serie di controlli preliminari e di un’analisi approfondita che il mediatore esegue in base alla situazione economica, finanziaria e patrimoniale del richiedente.

Leggi anche: Il Tasso di interesse applicato ai mutui dagli istituti di credito

Leggi anche: Euribor negativo, ma non per il nuovo contratto di mutuo!

Perché viene concesso un prestito

Il prestito viene concesso per soddisfare determinate tipologie di bisogni che una persona può avere. Sicuramente un prestito non può essere concesso per scopi illegali. In base alle macro categorie di bisogni i prestiti vengono suddivisi in diverse macro categorie. Ad esempio un prestito può essere concesso per acquistare un’auto nuovo oppure usata, può essere concesso per acquistare casa che può essere la prima casa oppure una casa al mare per andare in vacanza. Ma un prestito può essere concesso anche per saldare altri debiti oppure può essere concesso per permettere una disponibilità immediata di denaro contante.

Leggi anche: Come finanziare i tuoi bisogni e desideri scegliendo il prestito giusto

Leggi anche: Il Prestito personale senza busta paga

Le conseguenze se non paghi il prestito

Chi necessita di denaro e quindi si rivolge ad un intermediario finanziario per prendere un prestito deve prima analizzare e fare delle previsioni sulla situazione economica, finanziaria e patrimoniale futura, per fare in modo di restituire completamente il prestito. Purtroppo, alcune volte, si verificano eventi di cui non si è tenuto conto come ad esempio la perdita del posto del lavoro, il verificarsi di eventi straordinari che hanno costi elevati ecc.

Il mancato pagamento delle rate da parte del debitore porta delle conseguenze negative non solo per che ha preso il prestito, ma anche per il garante. L’intermediario finanziario per tutelare i propri interessi probabilmente svolgerà azioni di recupero crediti, azioni legali, come ad esempio lettere di sollecito o interventi giudiziari e in alcuni casi cederà il credito non performante o non performing loans a fronte di denaro liquido a società specializzate nella gestione di crediti deteriorati. Le conseguenze sia per il debitore che per il garante possono essere diverse come ad esempio:

  • La segnalazione di cattavi pagatori presso la Centrale Rischi (CRIF)
  • La richiesta del quinto dello stipendio
  • Il pignoramento dei beni patrimoniali
  • Altro

Sicuramente le azioni dell’intermediario per tutelare i propri interessi dipenderanno anche dall’importo non ancora pagato. Minore è questo importo, minore sarà l’azione di recupero da parte dell’intermediario.

Leggi anche: Nonperforming loans delle banche in Eurozona

Leggi anche: Come proteggere te stesso da ogni evento negativo con una polizza assicurativa

Dove visionare le diverse offerte dei prestiti

Oggi non è più necessario fare un giro di tutte le banche oppure di tutte le società finanziarie per informarsi sulle diverse offerte. La maggior parte del lavoro per trovare il prestito giusto si fa online. Infatti, si possono facilmente consultare le diverse tipologie di prestiti andando presso le pagine ufficiali degli istituti di credito oppure si possono utilizzare delle pagine che hanno al loro interno dei motori di ricerca che consentono il confronto di decine di intermediari e di offerte di prestiti per un determinato bisogno. Nella maggior parte di queste pagine c’è anche la possibilità di applicare direttamente online e solo in un secondo momento si portano i documenti cartacei nella filiale dell’intermediario. In alcuni casi, come le piattaforme di social lending, tutto si svolge online senza quindi la necessita di presentarsi in un secondo momento nella filiale dell’intermediario.

Leggi anche: Le Top Banks Europee per Totale Attivo nel 2016

Leggi anche: Il Sistema bancario ombra

Come scegliere un prestito senza sbagliare

Dopo avere visionato le offerte dei prestiti e raccolto alcune informazioni importanti è importante selezionare e scegliere il prestito migliore per te. Infatti, se un prestito è migliore per la situazione economica, finanziaria e patrimoniale di una persona, non necessariamente può essere per un’altra.

Dando per scontato che chi vuole prendere un prestito, ha prima analizzato e fatto delle previsioni sulla sua situazione economica, finanziaria e patrimoniale futura e da ciò è risultato che si ha la capacità di pagare il prestito, possiamo dire che i fattori più importanti da analizzare prima di scegliere un prestito sono:

  • Il Tasso annuale annuo. Nella scelta del prestito questo tasso di interesse è da utilizzare con estrema cautela, perché’ non tiene conto di tutti i costi del prestito. Nonostante il TAN è zero i costi possono essere molto alti.
  • Le Spese accessorie. In questa categoria rientrano tutte le spese come ad esempio le spese di istruttoria, Le spese di istruttoria, le spese di incasso e gestione rata, l’imposta di bollo/sostitutiva sul contratto, le spese di chiusura della pratica, il costo per le singole comunicazioni periodiche, il costo di un’eventuale assicurazione ecc.
  • Il Tasso annuale effettivo globale. Si tratta del tasso di interesse più importante da prendere in considerazione quando si sceglie un prestito. Infatti, il TAEG ingloba tutti i costi di un prestito, include, quindi, anche i costi accessori.
  • La concessione o meno in prestito dell’intero importo desiderato. Può succedere che nonostante a noi servono ad esempio 100 Euro, l’intermediario può offrirci al massimo 60 Euro.
  • La concessione o meno del prestito con la durata desiderata. Può succedere che nonostante a noi serve ad esempio un prestito da pagare con rate mensili in 5 anni, l’intermediario può offrirci al massimo un prestito con rate mensili con durata di 3 anni.
  • La necessita oppure no di un garante. Se non si intende oppure non si ha la possibilità di portare un garante è inutile perdere tempo con offerte di intermediari finanziari per i quali è obbligatori la presenza di un garante.
  • La necessita oppure no di garanzie mobiliare e/o immobiliare. Se non si intende oppure non si ha la possibilità di lasciare in garanzia beni immobiliare e/o mobiliare è inutile perdere tempo con queste offerte.

Solo dalla combinazione di queste analisi, previsioni ed informazioni raccolte si può scegliere il prestito senza sbagliare.

Leggi anche: Investire in Social Impact Bond